|
adsp napoli 1
26 febbraio 2024, Aggiornato alle 19,02
forges1

Informazioni MarittimeInformazioni Marittime

unitraco2
Infrastrutture

Valencia Terminal Europe è fotovoltaica. Accordo Grimaldi-porto

Al via la costruzione di un grande parco che soddisferà fino all'11 per cento della domanda di energia del porto spagnolo

Mar Chao, presidente di Valenciaport, e Antonio Crespo, direttore generale di Valencia Terminal Europe

L'Autorità portuale di Valencia e il Valencia Terminal Europe, società gestita dal gruppo Grimaldi, hanno firmato un accordo per l'installazione, l'esercizio e la manutenzione di un impianto fotovoltaico che soddisferà una buona parte della domanda di energia del terminal spagnolo e anche del suo porto.

L'impianto fotovoltaico è già in costruzione, sopra il tetto principale dell'edificio del terminal rotabili e container, affidato alla joint venture Lantiana e Tecmo Instalaciones, per un investimento di circa 16 milioni di euro finanziato dai fondi Next Generation dell'Unione europea e dalla quota di PNRR destinata alla Spagna. Una volta ultimata la costruzione, i pannelli solari si estenderanno su un'area di circa 27,700 metri quadri, pari a circa cinque campi di calcio, per un totale di 10,773 moduli fotovoltaici inclinati di 4 gradi ed esposti a sud, massimizzando quindi la quantità di esposizione solare.

Leggi anche: Il porto di Valencia punta molto sul fotovoltaico

La corrente di questo grande parco fotovoltaico verrà ricevuta da quattro trasformatori per un totale di 2,500 kilovoltampere (kVA), a cui se ne affiancheranno due ausiliari da 1,600 kVA complessivi. L'impianto genererà oltre 9 mila Mwh di energia l'anno, pari all'11 per cento del consumo di energia elettrica del porto di Valencia. Sarà molto più grande del parco fotovoltaico in costruzione sulla diga del Príncipe Felipe, che una volta terminato genererà 2,353 Mwh/anno, pari al 3 per cento del fabbisogno del porto, che comunque riuscirà così a soddisfare nei prossimi anni fino al 14 per cento di energia elettrica tramite il fotovoltaico. Le ambizioni del porto non finiscono qui, visto che nei prossimi anni è prevista la costruzione di un terzo parco fotovoltaico ancora più esteso di quello in costruzione al Valencia Terminal Europe.

L'accordo tra Valencia Terminal Europe e l'autorità portuale di Valencia è stato firmato da Mar Chao, presidente di Valenciaport, e Antonio Crespo, direttore generale di Valencia Terminal Europe. Esso rientra in un piano di decarbonizzazione più ampio del terminal, come spiega Crespo: «questo progetto fa parte di una strategia congiunta tra l'autorità portuale di Valencia e il Gruppo Grimaldi per portare avanti il processo di decarbonizzazione e raggiungere l'obiettivo di emissioni zero nei porti valenciani». Le iniziative riguardano l'utilizzo dell'idrogeno per alimentare alcuni mezzi di banchina e l'installazione di onshore power supply per rifornire le navi in sosta di corrente elettrica, il cosiddetto cold ironing.