|
adsp napoli 1
20 aprile 2024, Aggiornato alle 20,22
forges1

Informazioni MarittimeInformazioni Marittime

unitraco2
Infrastrutture

Il porto di Valencia punta molto sul fotovoltaico

Entro l'autunno dovrebbe entrare in funzione il primo parco, sulla diga Principe Felipe. Fornirà 2,353 Mwh/anno, pari al 3 per cento del fabbisogno

I pannelli fotovoltaici sulla diga Principe Felipe (valenciaport.com)

Nei giorni scorsi Joan Calabuig, presidente di Valenciaport, l'ente gestore del porto di Valencia, ha visitato i lavori per l'installazione dell'impianto fotovoltaico sulla diga Príncipe Felipe. La struttura è a buon punto e ci si aspetta che sarà operativa da questo autunno. Seppur dovrebbe riuscire a fornire soltanto una piccola parte dell'energia necessaria a far funzionare il porto spagnolo, il progetto rientra in un parco fotovoltaico molto più grande.

«L'avvio di questo parco è fondamentale per convertire il porto di Valencia in un'area verde al cento per cento», ha detto Calabuig. Nello specifico, questo impianto genererà 2,353 Mwh/anno, pari al 3 per cento dell'energia elettrica consumata dalle banchine valenciane, ed entrerà in funzione a fine anno, all'inizio di dicembre.

Durante la visita Calabuig è stato accompagnato da Francesc Sánchez, direttore generale dell'autorità portuale di Valencia, e Federico Torres, direttore della Transizione Ecologica. Torres ha spiegato che «i pannelli solari occupano una superficie di 6,420 metri quadrati e hanno una pendenza del 30 per cento per sfruttare al meglio il sole».

Il parco fotovoltaico della diga Príncipe Felipe si unirà a quello in costruzione sulla spalla del Club Náutico. L'autorità portuale di Valencia ha avviato anche la costruzione di un altro parco solare sul tetto del deposito veicoli del Terminal Europa di Valencia che dovrebbe soddisfare il 14 per cento dell'energia elettrica richiesta dal locale. Inoltre, Valenciaport sta conducendo un test pilota per installare più pannelli solari in un terzo sito. I primi due progetti sono finanziati dai fondi Next Generation dell'Unione europea e dal PNRR spagnolo. 

Infine, sono in corso i lavori di installazione di un altro impianto fotovoltaico nel capannone 4 del porto di Gandia che, una volta entrato in funzione, farà di questo impianto il primo porto europeo energeticamente autosufficiente.

-
credito immagine in alto