|
adsp napoli 1
03 febbraio 2023, Aggiornato alle 13,49
forges1

Informazioni MarittimeInformazioni Marittime

unitraco2

Pirateria al livello più basso degli ultimi 30 anni

L'International Maritime Bureau sollecita comunque a mantenere alta la guardia soprattutto nel Golfo di Guinea e nello Stretto di Singapore


Gli attacchi di pirateria marittima hanno raggiunto il livello più basso registrato in quasi tre decenni. Per consolidare questa tendenza l'International Maritime Bureau (Imb) chiede che gli Stati continuino a mantenere alta la guardia proseguendo nelle attività di controllo e prevenzione, che stanno dando risultati tangibili. Il rapporto annuale dell'Imb ha registrato 115 episodi di pirateria e rapina a mano armata contro navi nel 2022, rispetto ai 132 del 2021, la metà dei quali si sono verificati nelle acque del sud est asiatico, in particolare nello Stretto di Singapore, area dove gli incidenti continuano ad aumentare.

Gli autori delle aggressioni sono riusciti a ottenere l'accesso alle navi nel 95% degli incidenti segnalati. Su 107 navi i pirati sono saliti a bordo e due di queste sono state dirottate. In molti casi le navi erano all'ancora o navigavano quando venivano attaccate, con quasi tutti gli incidenti che si verificavano durante le ore di oscurità.

La riduzione globale è attribuita a una diminuzione complessiva dell'attività di pirateria nelle acque ad alto rischio del Golfo di Guinea, passate da 35 incidenti nel 2021 a 19 nel 2022. Sono tuttavia necessari sforzi sostenuti, sottolinea l'Imb, per garantire la continua sicurezza dei marittimi nella regione del Golfo di Guinea, che rimane pericolosa come evidenziato da due incidenti nell'ultimo trimestre dell'anno appena terminato. Un terzo di tutti gli attacchi segnalati a livello globale (38) si sono verificati nello Stretto di Singapore.
 

Tag: pirateria