|
adsp napoli 1
01 luglio 2022, Aggiornato alle 18,27
forges1

Informazioni MarittimeInformazioni Marittime

unitraco2
Cultura

Parco Nervi di Cagliari, affidate le aree ristoro e parcheggi

A Niu Asset Management, Rnca4 e Settebello quattro anni di concessione. Il parco, inaugurato quasi un anno fa, inizia a popolarsi di attività culturali e commerciali


Sarà la Niu Asset Management a gestire, per il prossimo quadriennio, il punto ristoro e l'area parcheggi degli ex Magazzini del Sale (parco Nervi) di Cagliari. Oggi la firma del decreto del presidente dell'Autorità di sistema portuale della Sardegna, Massimo Deiana, che aggiudica la procedura ad evidenza pubblica alla società cagliaritana, prima tra le tre ammesse dalla commissione (insieme a Rnca4 e Settebello), per un'offerta di poco superiore ai 24 mila euro annui rispetto al canone base di circa 3 mila.

I beni interessati dalla nuova concessione, situati all'interno dell'area inaugurata il 30 luglio dell'anno scorso, interessano una struttura di 95 metri quadri, una superficie scoperta asservita di altri 420 metri quadri, e un'area per posteggi di 250 metri quadri. Niu Asset Management, in base a quanto previsto dal bando, dovrà garantire l'apertura dell'attività per almeno 300 giorni all'anno (circa dieci mesi); la collaborazione con l'autorità portuale in occasione di manifestazioni pubbliche previste all'interno del Parco; la pulizia quotidiana e la manutenzione ordinaria dei beni demaniali concessi, con differenziazione dei rifiuti. Considerato il pubblico interesse della concessione per la completa operatività del parco, l'attività non potrà essere sospesa o abbandonata, se non per cause di forza maggiore.

«Come annunciato in occasione della pubblicazione del bando e grazie all'intenso lavoro degli uffici – spiega Deiana – chiudiamo la procedura proficuamente e nel pieno rispetto dei tempi stabiliti. Diamo finalmente la possibilità a degli imprenditori di avviare una nuova attività economica in uno degli spazi più suggestivi del waterfront di Cagliari, quello degli ex magazzini del sale, appunto, e di garantire un servizio pubblico per i frequentatori del parco, dalla scorsa estate punto di riferimento per attività culturali, sociali, sportive e ricreative in generale».