|
adsp napoli 1
17 maggio 2022, Aggiornato alle 15,38
intersped 2

Informazioni MarittimeInformazioni Marittime

unitraco2

Grimaldi vuole elettrificarsi. Accordo con Enel X

Le due società lavoreranno su fotovoltaico, eolico e cold ironing, in particolare sull'accumulo di energia, per ridurre le emissioni delle navi in sosta

(Tim Green/Flickr)

Elettrificazione dei porti, progetti sviluppati grazie alle energie rinnovabili come fotovoltaico ed eolico, condivisione di analisi sul cold ironing ed elaborazione di modelli di business sostenibili basati anche su sistemi di accumulo (batterie) sia a bordo che a terra. Sono gli obiettivi del protocollo d'intesa siglato da Enel X e Grimaldi Euromed, società del Gruppo Grimaldi, che segue tutta una serie di altri accordi che Enel X sta sviluppando negli ultimi anni, come quella simile stipulata con Fincantieri a marzo dell'anno scorso

Tutti questi sistemi verranno messi a fattor comune, per realizzarli nei principali porti del Paese, in questo caso in quelli dove Grimaldi opera, finanziati nel quadro del Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza. Enel X e Grimaldi effettueranno analisi congiunte che avranno come oggetto sia le navi che i terminal, e in particolare riguarderanno la generazione distribuita e l'accumulo di energia elettrica sia a bordo nave che nelle strutture a terra. A queste si aggiungono anche quelle sull'efficienza energetica e la riduzione di emissioni presso le aree marittime e portuali, soluzioni di cold ironing per l'alimentazione elettrica delle navi in banchina e la gestione e l'ottimizzazione degli scambi energetici sia all'interno che all'esterno delle infrastrutture.

Enel X Global Retail gestisce servizi come la demand response per 7,7 GW di capacità totale a livello globale e 195 MW di capacità di accumulo installati a livello mondiale. Il Gruppo Grimaldi, con sede a Napoli, controlla una flotta di oltre 140 navi ed impiega circa 15 mila persone. Comprende sette compagnie marittime: Grimaldi Deep Sea, operante nel trasporto merci rotabili e container sulle rotte atlantiche e tra il Mediterraneo e l'Africa Occidentale; Grimaldi Euromed, specializzata nel trasporto merci rotabili in Europa e nelle Autostrade del Mare e nel trasporto passeggeri nel Mediterraneo con il brand Grimaldi Lines; Atlantic Container Line, che gestisce collegamenti container e rotabili tra Nord America e Nord Europa; Malta Motorways of the Sea, società armatoriale; Minoan Lines, che gestisce servizi di cabotaggio greco per merci e passeggeri; Finnlines, operante nel trasporto merci e passeggeri nel Mar Baltico e del Nord; Trasmed GLE, attiva nel trasporto di merci e passeggeri tra la Spagna continentale e le isole Baleari. Si escludono da questo computo i terminal portuali, gli hub logistici e le società di trasporto su strada.

«Con questo accordo vogliamo intraprendere un percorso virtuoso in un settore strategico per il Paese e la preparazione di studi congiunti, propedeutici a progettare modelli di business che siano anzitutto sostenibili, coerenti con la mission di Enel X e con il suo costante impegno volto all'elettrificazione e all'efficientamento energetico anche in ambito marittimo e portuale», commenta Augusto Raggi, responsabile di Enel X Italia.

«L'accordo siglato con Enel X permetterà al Gruppo Grimaldi di consolidare il cammino di decarbonizzazione delle proprie navi durante le soste in porto già intrapreso da tempo», afferma Emanuele Grimaldi, amministratore delegato del Gruppo Grimaldi. «Il Gruppo Grimaldi – conclude – è da sempre impegnato nella continua riduzione delle emissioni delle proprie navi, pioniere delle zero emissioni in porto, avendo già installato a bordo di diverse sue navi enormi batterie che permettono di non emettere alcuna sostanza nociva in atmosfera durante la sosta. La collaborazione con Enel X permetterà di estendere tale possibilità anche a navi non dotate di batterie, permettendo così alla flotta Grimaldi di confermare la propria leadership nel settore».

-
credito immagine in alto