|
Porto di Napoli
19 ottobre 2018, Aggiornato alle 16,32
intersped

Informazioni MarittimeInformazioni Marittime

Infrastrutture

FREMM, Canada respinge proposta di Fincantieri e Naval Group

Il governo americano spiega che la richiesta è stata presentata dopo la scadenza e con dati sensibili parziali delle navi militari


«Le proposte inviate al di fuori della gara non saranno prese in considerazione», con un secco comunicato il governo del Canada respinge l'offerta di Fincantieri e Naval Group per realizzare 15 fregate sul modello FREMM destinate alla Marina del paese nordamericano. Un'offerta di commessa da 30 miliardi di dollari, circa la metà del budget previsto dal Canada.

Fincantieri e Naval Group, che lavorano insieme da poco più di due mesi nello stabilimento Stx France di Saint-Nazaire, avevano formalizzato la loro offerta per il Canadian Surface Combatant oltre la data di scadenza delle manifestazioni di interesse (30 novembre) e senza integrarla con i dati delle navi da proporre, quelle sul modello FREMM. La ragione è dovuta alla sensibilità dei dati stessi che riguardano navi militari in uso in diverse Marine del mondo, oltre ad essere in gara per il "Future Frigates/SEA 5000", il programma di rinnovamento della Royal Australian Navy dove Fincantieri è in corsa con una societa ad hoc. Nel processo di selezione canadese queste informazioni sarebbero finite nelle mani di un cantiere privato, Irving, stabilimento di Halifax scelto dal governo del Canada per realizzare il Canadian Surface Combatant, il cui processo di preselezione è iniziato ad agosto 2015.

Dati sensibili, offerta "criptata". Ragioni valide ma non sufficienti secondo Ottawa. «Senza requisiti e criteri comuni – afferma il governo -, è impossibile valutare in modo coerente ed efficace le proposte. L'accettazione di una proposta fuori tempo metterebbe a rischio la capacità del governo di equipaggiare adeguatamente la Royal Canadian Navy e costituirebbe un precedente negativo».