|
napoli
22 febbraio 2019, Aggiornato alle 16,38
intersped

Informazioni MarittimeInformazioni Marittime

Click&Boat
Infrastrutture

Raggiunto accordo Fincantieri-Stx: all'Italia il 50% "più 1% in prestito"

L'intesa, riferiscono fonti del governo francese, prevede incontri regolari tra le parti nel corso dei prossimi 12 anni e la definizione di una roadmap italo-francese 


Pare ormai raggiunto tra Italia e Francia l'accordo sul dossier Fincantieri-Stx. Secondo quanto riferiscono fonti del governo francese, il gruppo cantieristico italiano dovrebbe ottenere il 51% dei cantieri di Saint Nazaire, il 50% in controllo diretto a cui si aggiunge una quota dell'1% in prestito dallo Stato francese con "diritto di ritorno".


Il quotidiano Le Monde precisa che questo "prestito decisivo dell'1% stabilito su dodici anni prevede appuntamenti regolari tra francesi e italiani nel corso di questo periodo. Ogni volta - aggiunge il giornale - i due partner esamineranno lo stato della loro azienda comune nonché il rispetto degli impegni assunti da entrambe le parti. Se le promesse non sono mantenute la Francia potrà recuperare il prezioso 1% e ritirare a Fincantieri il suo ruolo predominante".

Una roadmap italo-francese


Naval Group e Fincantieri esprimono soddisfazione per la decisione del governo francese e del governo italiano di inaugurare un processo congiunto che aprirà la strada alla futura creazione di una progressiva alleanza nel settore della difesa navale. I due gruppi, si legge in una nota Fincantieri, svolgeranno un ruolo chiave nel comitato direttivo che sarà avviato nei prossimi giorni con l'obiettivo di definire entro giugno 2018 una roadmap che dettagli i principi della futura alleanza.


Inoltre, l'accordo raggiunto dai due governi sulla struttura dell'azionariato di Stx France, che prevede la partecipazione sia di Naval Group che di Fincantieri, rappresenta un importante primo passo ed un'opportunità di ulteriore sviluppo nella cooperazione navale.


Hervé Guillou, Ceo di Naval Group, e Giuseppe Bono, Ceo di Fincantieri, hanno dichiarato: "I nostri due gruppi hanno già cooperato con successo sui programmi Fremm ed Horizon e cogliamo con soddisfazione l'opportunità di raggiungere assieme la nostra ambizione europea nel contesto di un mercato della difesa navale sempre più competitivo, nonché di continuare a supportare la Marina italiana e la Marina francese".