|
Porto di Napoli
20 settembre 2018, Aggiornato alle 13,05
intersped
Informazioni Marittime
Naples Shipping
Infrastrutture

Fincantieri sale al 74 per cento di Vard

Si chiude l'Opa ma l'obiettivo del 90 per cento non è stato raggiunto


Fallisce l'Offerta pubblica d'acquisto (Opa) di Fincantieri sulla controllata Vard, gruppo cantieristico norvegese con know how nell'offshore. L'Opa, lanciata a novembre dell'anno scorso, si è chiusa dopo una serie di rinvi e ha ricevuto adesioni per 215,94 milioni di azioni, dando a Fincantieri la titolarità del 74,45 per cento del capitale complessivo di Vard (prima dell'Opa era del 55,63%), una quota non sufficiente a determinare il delisting del capitale sociale di Vard dalla Borsa di Singapore che chiede una quota del 90 per cento.

Fincantieri ha precisato che il controvalore dell'operazione, pagato attraverso Fincantieri Oil & Gas, è pari a 34,3 milioni di euro, mentre gli acquisti effettuati in Borsa sono costati l'equivalente di circa 960 mila euro.

Il numero delle azioni di Vard possedute da Fincantieri sale da 656.471.268 a 878.523.910. Il numero di azioni totali per concludere l'operazione e determinare il delisting è di 125.646.896 milioni di dollari di Singapore, pari ad 82 milioni di euro.

«Vard era già consolidata integralmente nei bilanci del gruppo anche prima del lancio dell'offerta, dunque l'esito dell'operazione non incide sugli obiettivi già annunciati dal gruppo», spiega Fincantieri in una nota. Vard, società di diritto singaporese quotata alla Borsa di Singapore, è uno dei maggiori costruttori globali di imbarcazioni offshore e navi specializzate, con circa 9mila dipendenti e nove cantieri in Norvegia, Romania, Brasile e Vietnam. 

Torna su