|
napoli 2
18 settembre 2020, Aggiornato alle 20,19
intersped 2

Informazioni MarittimeInformazioni Marittime

unitraco2
Logistica

Cura-Italia, revisioni prorogate per i mezzi pesanti

Il decreto, destinato principalmente a imprese, famiglie e lavoratori, alleggerisce anche il lavoro delle motorizzazioni e dell'autotrasporto

(ideaweb)

Per far fronte all'emergenza sanitaria ed economica provocata dalla pandemia da Coronavirus, è stato pubblicato ieri, sulla Gazzetta ufficiale (n. 70 del 17 marzo 2020), il decreto legge "Cura Italia". Primo di una serie di provvedimenti del governo destinati alle imprese e alle famiglie, contiene oltre 125 disposizioni che riguardano soprattutto la cassa integrazione, gli indennizzi per le partite IVA, la gestione dei mutui, la sospensione dei contributi, delle tasse (fino a maggio) e l'accesso ai finanziamenti. La misura più importante è una risorsa di oltre 3 miliardi di euro per il potenziamento del servizio sanitario. Infine, vi sono nuove disposizioni per le udienze e il procedimento dei processi.

Per quanto riguarda il settore del trasporto, Fai-Conftrasporto ha raggruppato in tre categorie le novità più importanti per il settore: trasporto stradale, di rifiuti e patenti di guida.

Trasporto stradale
L'articolo 92, comma 4, prevede l'autorizzazione alla circolazione sino al 31 ottobre per tutti i veicoli da sottoporre a revisione entro il 31 luglio prossimo. Stessa disposizione si applica anche per le visite di approvazione e collaudo (artt. 75 e 78 del codice della strada). Questa disposizione è stata emanata, anche su richiesta di Conftrasporto, in considerazione dello stato di emergenza attuale e serve a consentire all'autotrasporto - la principale forma di trasporto delle merci, in tutto il mondo, soprattutto nell'ultimo miglio - di poter svolgere regolarmente l'attività anche a fronte della scarsa disponibilità, attualmente, degli uffici della motorizzazione civile e dei centri autorizzati per la revisione fuori sede. Va da se che se l'emergenza rientrasse prima di ottobre la scadenza della revisione potrebbe anticiparsi.

Patenti di guida
L'articolo 104, nel dettare una disposizione valida per tutti i documenti di riconoscimento, prevede anche la proroga della validità della patente di guida, scaduta al 17 marzo o in scadenza dopo tale data, sino al 31 agosto 2020 (su questa norma si resta in attesa di leggere eventuali provvedimenti attuativi del Ministero dei Trasporti, anche per il necessario raccordo con la disposizione di proroga della validità della CQC al 30 giugno 2020, atteso che la maggior parte dei conducenti è in possesso del documento unificato denominato patenteCQC ).

Trasporto rifiuti
L'articolo 113 dispone il rinvio al 30 giugno 2020, sia per la presentazione del MUD, cioè della dichiarazione ambientale dei rifiuti movimentati nel 2019 il cui termine normale era quello del
30 aprile, sia del pagamento del diritto d'iscrizione all'Albo dei gestori ambientali, anch'esso in scadenza al 30 aprile 2020. Nel ricordare che le norme del decreto "Cura Italia" devono essere convertite in legge entro il 16 maggio 2020 e che durante l'iter di conversione saranno possibili ulteriori modifiche, si fa riserva di ulteriori commenti sia per le disposizioni di carattere generale sia per quelle
attuative di quelli riguardanti il nostro settore.

-
credito immagine in alto