|
napoli 2
30 luglio 2021, Aggiornato alle 18,09
intersped 2

Informazioni MarittimeInformazioni Marittime

unitraco2
Infrastrutture

A Civitavecchia il secondo centro vaccinale portuale italiano

Dopo quello di Bari, apre oggi un nuovo hub dedicato a personale amministrativo, portuale, marittimi e alla cittadinanza

(Jernej Furman/Flickr)

Apre oggi a Civitavecchia il secondo centro vaccinale portuale italiano, dopo quello di Bari, e che nel suo piccolo potrebbe accelerare l'urgente campagna vaccinale dei marittimi. «Un servizio importante per la città, il territorio e il personale delle compagnie di navigazione. È uno dei primi hub anche per i marittimi di ogni nazionalità. Già oggi ne saranno vaccinati 30», ha detto il presidente del porto, Pino Musolino.

L'inuaugurazione stamattina, Musolino, l'assessore regionale alla Sanità, Alessio D'Amato, e le autorità locali. Un nuovo centro vaccinale aperto non solo a portuali e marittimi ma anche alla cittadinanza.

Dopo aver concesso largo della Pace per il drive-in dove da quasi un anno, dove si continuano ad eseguire la maggior parte dei tamponi per il Covid19, l'Autorità di sistema portuale del Tirreno Centro Settentrionale ha individuato per la ASL Roma 4 oltre 5 mila metri quadrati nella zona Nord del porto. Il centro, allestito in breve tempo in circa 800 metri quadrati della ex stazione "Polizze", e potrebbe diventare uno dei principali hub regionali. 

«È una nuova dimostrazione - afferma Musolino - di come il porto sia in grado di dare risposte celeri, efficienti ed efficaci anche in termini organizzativi, a beneficio di tutta la città. In queto caso, poi, l'Autorità di Sistema Portuale concedendo questa area alla Asl Roma 4, viene incontro non solo alle esigenze del territorio ma anche a quelle delle compagnie di navigazione. Già oggi saranno infatti vaccinati i primi 30 marittimi, rispetto ad una platea potenziale di un migliaio di persone per le compagnie italiane di traghetti e ro-pax. Per quanto riguarda invece le crociere, la prossima settimana avremo un quadro più chiaro al termine di una ricognizione richiesta alle varie agenzie marittime sulla situazione dal punto di vista vaccinale del personale imbarcato dalle singole compagnie, in transito o in sosta a Civitavecchia».

-
credito immagine in alto