|
napoli 2
20 ottobre 2021, Aggiornato alle 19,17
intersped 2

Informazioni MarittimeInformazioni Marittime

unitraco2
Politiche marittime

Bari, nel porto il primo centro vaccinale per dipendenti e marittimi

Nasce un Punto Aziendale di Vaccinazione per l'amministrazione pubblica, gli spedizionieri, gli agenti marittimi e gli equipaggi. Confitarma e Assarmatori ringraziano


L'Autorità di sistema portuale (Adsp) dell'Adriatico Meridionale (Bari, Brindisi, Manfredonia, Barletta e Monopoli) ha attivato da oggi il Punto Aziendale di Vaccinazione (PAV), nella palazzina servizi, sulla banchina Massi del porto di Bari, autorizzata ad operare dal Servizio per la prevenzione e la sicurezza negli ambienti di lavoro (SPESAL) dell'ASL. Si tratta del primo punto vaccinale portuale in Italia che segue il Protocollo nazionale per la realizzazione dei piani aziendali di vaccinazione anti SARS-CoV-2/ Covid-19 nei luoghi di lavoro.

Sarà prioritariamente dedicato all'amministrazione portuale e alle imprese che lavorano nel porto, quindi i dipendenti dell'Adsp, delle imprese portuali, delle agenzie marittime, degli spedizionieri doganali, degli addetti alle attività di marittime security, dei servizi tecnico-nautici, delle pubbliche amministrazioni presenti in porto, delle società concessionarie o appaltatrici di servizi di interesse generale, degli equipaggi delle compagnie di navigazione.

Sarà operativo dalle 8 alle 12 e dalle 14 alle 18 di tutti i giorni feriali, dal lunedì al venerdì. Su richiesta sono previste aperture straordinarie. I datori di lavori interessati dovranno inviare all'indirizzo e-mail vaccinazioneportobari[et]adspmam.it una formale manifestazione di interesse all'utilizzo del PAV del porto di Bari, indicando il numero dei soggetti da vaccinare, il periodo di interesse e il nominativo di un referente (con recapito telefonico). Tutte le altre informazioni necessarie potranno essere richieste al numero 080-5788559.

Un nuovo punto vaccinale che potrebbe accelerare la campagna per i marittimi, ancora scoperti e senza un piano internazionale che coordini i vari Stati. Sono infatti una categoria di lavoratori che ogni giorno toccano Paesi differenti «È fondamentale procedere speditamente con la vaccinazione dei marittimi, che desiderino farla, per cercare di porre un freno alle problematiche, ancora notevoli, incontrate dalle imprese di navigazione, soprattutto nell'avvicendamento dei marittimi all'estero», afferma il presidente di Adsp, Ugo Patroni Griffi. «Vogliamo contribuire a garantire – continua - che le reti di trasporto, passeggeri e merci, non siano interrotte né che subiscano ritardi o disagi alle normali rotazioni sociali dei marittimi. Un danno enorme per lavoratori, compagnie di navigazione e per tutto il sistema logistico intermodale del Paese che, in questa fase di ripresa, sta contribuendo notevolmente  a riaccendere i motori dell'economia nazionale». 

In una nota, i presidenti di Confitarma e Assarmatori, Mario Mattioli e Stefano Messina, ringraziano per l'iniziativa e confidano che «venga presto avviata dalla struttura commissariale per l'emergenza Covid-19 simili provvedimenti in considerazione della specificità del lavoro marittimo, delle problematiche, ancora notevoli, incontrate dalle imprese di navigazione per l'avvicendamento dei marittimi all'estero e della necessità di continuare a garantire la continuità territoriale con le isole e la sicurezza della navigazione e dell'approdo nei porti».

Tag: bari - vaccino