|
adsp napoli 1
26 novembre 2022, Aggiornato alle 18,56
forges1

Informazioni MarittimeInformazioni Marittime

unitraco2
Cultura

500 milioni agli ITS del mare, d'Amico: "Segnali incoraggianti"

Il presidente del gruppo Education di Confitarma plaude all'iniziativa del ministro dell'Istruzione Valditara per sbloccare le risorse destinate ai quattro istituti tecnici superiori del settore

Salvatore d'Amico

«Il fatto che uno dei primissimi atti di Giuseppe Valditara, ministro dell'Istruzione, sia stato quello di riprendere immediatamente il dialogo con le altre amministrazioni competenti al fine di sbloccare i primi 500 milioni di euro di risorse destinate dal PNRR agli ITS Academy rappresenta un segnale molto incoraggiante e molto apprezzato», afferma afferma Salvatore d'Amico, presidente del gruppo tecnico "Education e capitale umano" di Confitarma, sottolineando quanto sia importante che le risorse per gli Istituti Tecnologici Superiori, nati a luglio scorso, vengano erogati quanto prima.

I cosiddetti "ITS del Mare" - che sono quattro: la Fondazione Accademia italiana della Marina Mercantile di Genova, l'Accademia Mediterranea della Logistica e della Marina Mercantile di Catania, l'ITS per la mobilità sostenibile Fondazione "G. Caboto" di Gaeta e la Fondazione Accademia Nautica dell'Adriatico di Trieste – rappresentano un'eccellenza formativa. «I ragazzi che escono dagli ITS del Mare – continua d'Amico - trovano praticamente sempre un'occupazione stabile nell'ambito dell'industria armatoriale. Le rilevanti risorse economiche stanziate nel PNRR costituiscono, dunque, un'importantissima opportunità anche per gli ITS del Mare: valorizzare e investire sugli ITS già esistenti, la cui attività formativa è ormai consolidata, significa consentire a un sempre maggior numero di giovani di potervi accedere per costruire la propria carriera lavorativa. Da apprezzare - conclude - anche la particolare attenzione che si intende riservare al nostro prezioso Mezzogiorno che storicamente ha rappresenta il più importante bacino di lavoratori marittimi in Italia. È fondamentale, infatti, che subito dopo l'istituzione di un ministero per le Politiche del Mare e del Sud vengano adottati provvedimenti volti a rilanciare un settore strategico per il nostro Paese, quale il settore marittimo, anche attraverso la valorizzazione delle grandi potenzialità di sviluppo del Mezzogiorno».