|
adsp napoli 1
01 luglio 2022, Aggiornato alle 18,27
forges1

Informazioni MarittimeInformazioni Marittime

unitraco2
Logistica

374 milioni di euro per treni e spedizionieri, Bruxelles approva

La Commissione europea ha dato il via libera a un aiuto di Stato italiano per indennizzare vettori, proprietari, spedizionieri e operatori multimodali per le perdite subite tra il 12 marzo e il 31 maggio 2020

(GPS 56/Flickr)

Nell'ambito del regime "allargato" sulla concessione degli aiuti di Stato, la Commissione europea ha approvato un aiuto di 374 milioni di euro concesso dall'Italia per indennizzare le imprese di trasporto ferroviario di merci per le perdite economiche subite tra il 12 marzo e il 31 maggio 2020 a causa della pandemia. L'aiuto segue di qualche giorno uno simile concesso dall'Ue sulle concessioni.

Dall'inizio della pandemia l'Italia e altri paesi hanno messo in atto una serie di misure per limitare la diffusione del virus, tra cui divieti di attività di produzione e di commercio, restrizioni alla libera circolazione e prescrizioni in materia di salute e sicurezza sul lavoro. La Commissione europea rileva che le restrizioni in vigore tra il 12 marzo e il 31 maggio 2020 hanno avuto in particolare un impatto negativo diretto sulla domanda di servizi di trasporto ferroviario di merci, a causa della limitazione della produzione e conseguentemente degli scambi di merci trasportate su rotaia. Pertanto, le imprese di trasporto ferroviario di merci hanno registrato un calo significativo dei volumi di trasporto e delle corrispondenti entrate rispetto allo stesso periodo del 2019. Allo stesso tempo, hanno continuato a sostenere diversi costi, in particolare spese supplementari per attuare misure sanitarie e igieniche rafforzate.

Nell'ambito del regime notificato, i beneficiari ammissibili avranno diritto a una compensazione sotto forma di sovvenzioni dirette. Le misure saranno destinate a imprese attive nella catena del trasporto ferroviario di merci e della logistica, tra cui: vettori ferroviari di trasporto merci; proprietari dei vagoni, la cui attività principale consiste nel noleggio di vagoni merci per ferrovia; spedizionieri e operatori di trasporto multimodale che organizzano il trasporto e la logistica per conto dei proprietari delle merci.

Margrethe Vestager, vicepresidente esecutiva della Commissione europea, responsabile della politica di concorrenza, ha detto che «questa misura di aiuto di 374 milioni di euro consentirà all'Italia di risarcire le imprese di trasporto ferroviario di merci per i danni subiti a causa della pandemia di coronavirus e delle relative restrizioni. Continuiamo a collaborare strettamente con tutti gli altri Stati membri per garantire che le misure nazionali a sostegno di tutti i settori colpiti dalla crisi, compreso il settore ferroviario, possano essere attuate il più rapidamente possibile, in linea con le norme dell'Ue».

-
credito immagine in alto