|
adsp napoli 1
20 aprile 2024, Aggiornato alle 20,22
forges1

Informazioni MarittimeInformazioni Marittime

unitraco2
Logistica

2 mila tonnellate di project cargo al Terminal San Giorgio di Genova

A fine febbraio è stata accolta la nave "Adam Asnyk" della storica compagnia Chipobrok, che ha imbarcato un impianto industriale destinato in Cina


In vista dei grandi progetti break bulk previsti transitare nei prossimi mesi, al Terminal San Giorgio del porto di Genova alla fine di febbraio è stata accolta la nave Adam Asnyk della storica compagnia di navigazione Chipolbrok, agenziata dall'Agenzia Tripcovich di Trieste. Un project cargo che ha visto l'imbarco di oltre 2 mila tonnellate di impiantistica sulla nave multipurpose.

Imbarco colpito dal maltempo, che ha funestato i tre giorni durante i quali si sono svolte le operazioni nave, di difficile organizzazione per la consegna dei numerosi colli di varie tipologie merceologiche, «comunque perfettamente organizzata dallo spedizioniere che ha curato la logistica ovvero la genovese Express Trailer», spiega in una nota il terminalista. «La nave attraccata alla banchina di Ponte Somalia del Terminal San Giorgio - continua la nota - ha visto imbarcare oltre 2 mila tonnellate per 3,500 metri cubi complessivi, composti da un impianto industriale destinato in Cina, alcuni forgiati di acciaio del peso di 100 tonnellate cadauno e casse di varie dimensioni e peso contenenti macchinari per una sofisticata installazione di un sistema di pompaggio ad alta pressione. Insomma, si è trattato si un'operazione record per singola nave, con un tonnellaggio record di impiantistica che da molto tempo non si vedeva nel porto di Genova».

Con una lunghezza di oltre 200 metri ed una capacità di sollevamento di oltre 600 tonnellate con la propria strumentazione di bordo, la nave Adam Asnyk, intitolata a un insigne poeta polacco e di proprietà della storica compagnia di navigazione fondata nel 1951 da una joint venture cinese-polacca joint venture, ritorna dopo tanto tempo nel porto di Genova. In vista dell'arrivo della nave, tutta la merce è stata stoccata dal terminal su mafi-trailer-platform (foto) ad alta portata, equipment specifico che per assolvere alle peculiari esigenze di stoccaggio della merce heavy lift, in combine con la flessibilità di movimentazione resa possibile trainando le platform all'interno delle aree di stoccaggio.

Terminal San Giorgio, controllato dal Gruppo Autosped G (Gruppo Gavio) è in costante crescita di volumi traffico oramai da anni e, nei primi due mesi del 2024, ha già registrato un incremento superiore al 40% nella movimentazione di breakbulk rispetto allo stesso periodo del 2023, confermando così i suoi elevati skills all'interno del porto di Genova  anche in questo specifico settore.