|
napoli 2
18 giugno 2021, Aggiornato alle 17,30
intersped 2

Informazioni MarittimeInformazioni Marittime

unitraco2
Cultura

Vite indagate da Posillipo a Mergellina

Luoghi e luci di una Napoli interiore nel romanzo L'accordatore di destini (Iemme Edizioni) di Salvio Formisano, che sarà presentato domani presso la Libreria Iocisto al Vomero


Il mare si agita nel cuore e negli occhi dei protagonisti di L'accordatore di destini (Iemme Edizioni), il romanzo di Salvio Formisano che sarà presentato domani a Napoli (ore 18) presso la Libreria Iocisto di via Cimarosa al Vomero. Vagando senza sosta dalle colline di Posillipo al lungomare di Mergellina, mescolato alla gente che affolla le strade del capoluogo partenopeo, un uomo spia le vite degli altri. I casi di cui deve occuparsi per conto di un'agenzia investigativa privata gli mettono quotidianamente davanti la materia bruta della miseria umana. Ore passate a camuffarsi, ad appostarsi, a pedinare, solo per scoprire esistenze grette, rovinate dal caso, dalla noia, uomini che maltrattano donne, donne che umiliano uomini, fino all'insopportabile, e il tradimento che si configura spesso come l'unica via di fuga dal presente. È così che il protagonista di questo romanzo d'esordio comincia a pensare di intervenire direttamente in quelle vite che dovrebbe solo indagare, di redimere quanto in realtà sarebbe pagato per mandare a fondo. Già edito da Meridiano Zero e finalista al premio di Viareggio nel 2007,  questo racconto è riuscito a riproporsi al pubblico a distanza di anni con una storia che "ha il merito di esplorare l'animo umano di questi tempi, così confuso e irrazionale, così contraddittorio e alterno" (La Repubblica). Intervengono con l'autore il giornalista Giovanni Chianelli, il regista Carlo Luglio e l'editore Luigi Solito.