|
napoli 2
15 novembre 2019, Aggiornato alle 12,42
intersped 2

Informazioni MarittimeInformazioni Marittime

Click&Boat 2
Cultura

Turismo e archeologia, a Baia 25 mila immersioni all'anno

Costante incremento dei visitatori per quella che è diventata, dopo la chiusura della Solfatara, la prima attrazione dei Campi Flegrei

Ph: Pasquale Vassallo

Ogni anno, nel Parco Archeologico Sommerso di Baia, c'è un incremento di visitatori che va dal 30 al 40%. A confermarlo è Vincenzo Maione, direttore del Centro Sub Campi Flegrei, intervistato da Ciro Biondi per la testata Qui Campi Flegrei. "Nell'ultima stagione – precisa Maione – possiamo contare 25 mila presenze ripartite per i vari diving. Apparentemente possono sembrare dei numeri ancora piccoli, ma bisogna pensare che qui si parla di immersioni. Sono numeri impressionanti che ci dicono che il Parco sommerso è la prima attrazione turistica dei Campi Flegrei, purtroppo dopo la chiusura della Solfatara che, speriamo, riaprirà al più presto".