|
napoli 2
22 settembre 2021, Aggiornato alle 21,09
intersped 2

Informazioni MarittimeInformazioni Marittime

unitraco2
Politiche marittime

Tirrenia, Mise autorizza ristrutturazione ma CIN rifiuta

In attesa della decisione sull'eventuale fallimento da parte dei giudici, la contrattazione ministeriale va avanti con qualche intoppo. Federmar-Cisal proclama sciopero


Il ministero dello Sviluppo Economico ha autorizzato la stipulazione di un accordo di ristrutturazione del debito per Compagnia Italiana di Navigazione (CIN), che gestisce Tirrenia. Ma mentre i commissari straordinari dell'ex compagnia marittima di bandiera hanno accettato, CIN ha respinto la proposta del dicastero diffidando i commissari alla sottoscrizione, «con clausole inaccettabili per l'amministrazione straordinaria». Lo rendono noto i commissari di Tirrenia in una nota, i quali «si riservano ogni azione». Nel frattempo, oggi il Tribunale di Milano ha prorogato per fine mese la decisione sul fallimento o meno di CIN.

«Bloccheremo le navi di tutto il gruppo Onorato. È inammissibile mettere a rischio 6 mila posti di lavoro e il futuro di altrettante famiglie», afferma il segretario generale di Federmar-Cisal, Alessandro Picco, proclamando uno sciopero immediato del personale.