|
napoli 2
20 ottobre 2021, Aggiornato alle 19,17
intersped 2

Informazioni MarittimeInformazioni Marittime

unitraco2
Infrastrutture

The Italian Sea Group non parteciperà all'asta Perini Navi

All'evento del 30 luglio partecipano Ferretti Group e Sanlorenzo (newco) e Palumbo Yachts. Due stabilimenti, marchio, logo, uno yacht e un immobile, per un totale di oltre 60 milioni

Il Maltese Falcon di Perini (Steve Jurvetson/Flickr)

The Italian Sea Group - costruttore nautico di lusso formato da Admiral Yachts, Tecnomar, NCA Refit e Celi - comunica che, a seguito del mandato affidato a Deloitte per valutare, sulla base dei documenti del curatore fallimentare Franco Della Santa, l'acquisto degli asset di Perini Navi, «sono emersi elementi valutativi che fanno ritenere non opportuna la propria partecipazione all'asta del 30 luglio».

Il conglomerato navalmeccanico conferma il proprio interesse per Perini Navi «solo a valori sostenibili in un'ottica di creazione di valore per la società e i propri azionisti. La società – conclude - prosegue nei propri progetti di sviluppo e valuterà eventuali ulteriori opzioni di crescita, così come dichiarato in fase di quotazione».

Perini Navi è stata una storica società di yacht di lusso con sede a Viareggio, unica al mondo a produrli tutti da sola, dal disegno progettuale alla produzione dei componenti, fino all'assemblaggio. È fallita all'inizio dell'anno, con un'esposizione debitoria di circa 100 milioni di euro. La base d'asta è di 62,5 milioni e include gli stabilimenti di Viareggio (valutati 23 milioni) e La Spezia (21 milioni). A essi si aggiungono il brand, il logo, uno yacht in costruzione da circa 2 milioni e un immobile a Pisa valutato 75 mila euro. In corsa per l'asta, dopo una manifestazione d'interesse, figurano Ferretti Group e Sanlorenzo, alleati in una newco, e Palumbo Yachts.

-
credito immagine in alto

Tag: nautica