|
napoli 2
25 settembre 2020, Aggiornato alle 17,23
intersped 2

Informazioni MarittimeInformazioni Marittime

unitraco2
Cultura

Stati Confederati d'America, storia della Marina Militare

Non solo tecnica e battaglie nel dettagliato libro di Letterio Claudio Auditore, ma anche l'organizzazione e la descrizione delle uniformi


di Decio Lucano - DL News

Come fa una persona ad innamorarsi e studiarne i particolari più intimi di una materia che ci sembra lontano da noi? Esiste e ha redatto un piccolo capolavoro; ho ricevuto un volume che non è solo storia, e tecnica e battaglie, ma entra nell'organizzazione e nella descrizione delle uniformi dei militari come nemmeno un sarto riuscirebbe a farlo. Questo per presentare l'autore e il suo libro (La Marina Militare degli Stati Confederati d'America). Si chiama Letterio Claudio Auditore, 54 anni, fa l'impiegato in una ditta e da anni si dedica a questa singolare e paziente ricerca.

Che sono diventate un volume di oltre duecento pagine molto illustrate con foto d'epoca ma soprattutto con tantissimi disegni dell'autore, che è la sua determinante passione artistica. Questo signore non si può definirlo scrittore (ma lo è), piuttosto un artista frequentatore di siti storici, direttori di musei e collezionisti, italiani e americani; tra gli italiani Massimo Luraghi, grande studioso. La guerra di secessione americana fa parte della nostra cultura, anche se non approfondita a scuola, per Auditore una ragione di vita insieme al disegno di cui è abilissimo.

Sudisti e nordisti in America misero sui campi di battaglia e in mare uomini e armi, il meglio della tecnologia militare di allora, ma quella sudista in mare con l'ausilio dei sommergibili si rivelò superiore. Sfogliando e soffermandoci sulle ricche pagine non sfugge che l'autore ha una predilezione nello studio dell'organizzazione, la burocrazia, una meticolosa analisi che va dagli indumenti del soldato al programma bellico, L'autore illustra per la soddisfazione e la curiosità del lettore la forza della marina tanto che i primi "governatori", anni 1800-1850, provenivano dalle unità navali.

Uno di questi fu Stephen Malory e anche Raphael Sennes. Ma il "viaggio" negli stati confederati si svolge tra uffici, ministeri, enti, accademie, Auditore rivela una sconfinata confidenza verso l'ambiente, il che fa pensare che ci sono voluti anni di ricerca nelle stanze di ammiragli, generali, capiufficio fino alle stanze segrete di questi uomini così lontani dal nostro continente. Auditore si occupa di tutto, una volta fa il sarto, un'altra è in accademia, un'altra ancora fotografa mostrine e bandiere, distintivi e paramani. e poi con la matita disegna l'abbigliamento di ufficiali e civili, ma ci sono pagine anche di testo, di storia, di battaglie. La tipologia delle navi, gli equipaggi, secondo le gerarchie, le più ardite operazioni navali comprese quelle sottomarine vengono descritte con lo stile di uno storico di caratura, attento ai dettagli, meticoloso come deve esserlo un maestro che passa e ripassa, fa schizzi e prove, legge e rilegge pagine di vecchi libri.

Un volume per ragazzi e per appassionati, un vero "fumetto" di grande dignità. Il volume si avvia alla conclusione con News Orleans, nella Louisiana, sullo sterminato fiume Mississippi, affacciata nel golfo del Messico; era il più grande porto e la più grande città della confederazione.  La capitale della Virginia era Richmond 1861/62, ma il gruppo di stati non aveva   una forza navale atta a fronteggiare eventuali attacchi nemici.

Che fa allora la confederazione? In breve furono confiscati 14 vapori, rimessi a nuovo e armati, la flotta scelta del Mississippi, e spuntano i marines sudisti, i sommergibili, la capacità di combattere sul mare, e tanti episodi non mancano come gli uomini che ne sono i protagonisti. Auditore è andato spesso in America per avere conferme geografiche e visitare musei e mausolei, provare, abbozzare sulla carta i suoi splendidi disegni di militari della marina confederale.
 

Tag: libri - storia