|
Porto di Napoli
16 novembre 2018, Aggiornato alle 11,30
intersped

Informazioni MarittimeInformazioni Marittime

Infrastrutture - Logistica

Snam vuole usare chiatte per l'LNG di Panigaglia

Continua lo studio su due fronti: portare il gas a La Spezia per distribuirlo via terra e rifornire le navi che navigano a gas


Un sistema di chiatte per trasformare il rigassificatore di Panigaglia, a La Spezia, in un deposito di gas naturale liquefatto (LNG). Lo studia Snam che nei giorni scorsi, rivela Staffetta Quotidiana, ha introdotto questa ipotesi in uno studio che durerà ancora diversi mesi. 

Lo studio di fattibilità si è concluso da più di un anno con esito positivo. Riguarda una distribuzione su piccola scala per evitare la congestione di camion in un tratto di costa che non può sopportare una tale mole di traffico. L'idea è prendere l'LNG via mare con le chiatte, portarlo al porto di La Spezia e da lì caricarlo sui mezzi pesanti. Parallelamente il deposito potrebbe funzionare anche come rifornitore con navi cisterna (bettoline) che andranno a 'fare il pieno' alle navi alimentate a gas che nei prossimi anni navigheranno nel Mediterraneo.