|
napoli 2
26 novembre 2020, Aggiornato alle 21,25
intersped 2

Informazioni MarittimeInformazioni Marittime

unitraco2
Armatori

Sicurezza sanitaria a bordo, La Superba ottiene il Biosafety Trust

Terza nave di Grandi Navi Veloci a dotarsi della classificazione che rende le navi idonee al viaggio in tempi di pandemia

La Superba

Dopo Allegra e Rhapsody, una terza nave di Grandi Navi Veloci viene classificata "Biosafe Ship", certificazione complementare al "Biosafety Trust Certification" del Rina per rendere le navi idonee a viaggiare in tempi di pandemia.

La compagnia ha annunciato di aver adottato questo tipo di classe anche a La Superba, traghetto impiegato da tempo nei collegamenti con la Sardegna. La certificazione arriva dopo i controlli di bordo del primo settembre effettuati dal Rina, passati con successo: l'organizzazione degli spazi, lo screening sanitario a bordo, le procedure in caso di contagio, la formazione dei marittimi e un piano di investimenti specifico per prevenire e gestire le infezioni.

Invece, il Biosafety Trust Certification è maggiormente focalizzato sulla prevenzione che sulla gestione. Entrambi i certificati rappresentano i tempi che cambiano e si allineano a quelli più tradizionali, come quello per la sicurezza - l'OHSAS 18001 - e quello per l'igiene degli alimenti – l'HACCP, generalmente appeso al muro vicino la cassa dei ristoranti.

La Superba è un traghetto da 49 mila tonnellate di stazza. Ha una lunghezza di 211 metri, 30 di larghezza (7,5 di pescaggio) e una capacità di 2,920 passeggeri. È stata varata nel 2001 dai Nuovi Cantieri Apuania di Marina di Carrara, entrando in servizio a marzo 2002. Grandi Navi Veloci, fondata nel 1992, è operativa nel Mediterraneo con 11 collegamenti internazionali e 7 nazionali verso Sardegna, Sicilia, Spagna, Francia, Albania, Tunisia e Marocco.