|
napoli 2
29 settembre 2020, Aggiornato alle 14,57
intersped 2

Informazioni MarittimeInformazioni Marittime

unitraco2
Armatori

Seaspan non accetta il taglio dei noli di Hanjin

Per la compagnia statunitense l'annunciata riduzione delle tariffe di noleggio da parte dell'armatore sudocreano non rispetta le leggi internazionali


«Non accettiamo alcun taglio dei tassi. Non l'abbiamo mai fatto. Non tollereremo una rinegoziazione. Qualsiasi richiesta di questo tipo non rispetta le leggi internazionali». Così Gerry Wang, amministratore delegato di Seaspan, compagnia marittima statunitense con base nel Pacifico, ha rifiutato il taglio dei tassi dei noli, intorno al 30 per cento, annunciato da Hanjin.

La compagnia sudcoreana sta valutando la possibilità di ridurre le sue tariffe di noleggio in modo da facilitare la ristrutturazione del suo debito (approvato dalle banche all'inizio di maggio) e riprendere a ordinare la costruzione di nuove portacontainer. Un piano di rientro che prevede anche una possibile fusione con il gruppo marittimo connazionale Hyundai Merchant Marine, di cui il governo ne discuterà ad agosto.