|
Porto di Napoli
19 ottobre 2018, Aggiornato alle 16,32
intersped

Informazioni MarittimeInformazioni Marittime

Armatori

Salerno Container Terminal stringe accordi con Ocean e THE Alliance

Cma Cgm raddoppia i collegamenti. Da aprile nuovo servizio verso New York in quindici giorni


Sono stati firmati gli accordi commerciali tra Salerno Container Terminal (Sct) e le due aggregazioni armatoriali "Ocean Alliance" e "The Alliance" che hanno scelto il terminal del gruppo Gallozzi nel porto di Salerno quale approdo di riferimento nel Meridione. La prima comunicazione ufficiale al mercato è stata data dalla compagnia francese Cma Cgm che, insieme con le cinesi Cosco Shipping, Oocl e la taiwanese Evergreen, da aprile renderà operativo il collegamento settimanale full container di "Ocean Alliance" con gli Stati Uniti (New York, Norfolk, Savannah, Miami). Il porto di New York sarà raggiungibile da Salerno in quindici giorni. 

L'accordo con Ocean Alliance arriva a un anno dall'avvio del servizio settimanale di Cma Cgm con Hapag Lloyd che collega Australia, Cina (via Singapore), Sud Est Asiatico (via Port Kelang), India e Nord Europa. «In una fase di grande fermento del mercato americano - commenta Agostino Gallozzi, presidente di Gruppo Gallozzi SpA – il nuovo collegamento assicurerà ulteriori opportunità competitive alle aziende esportatrici della Campania e del Centro/Sud Italia, particolarmente nel comparto del food, ma non solo». Un bis a Salerno per Cma Cgm «premiando – commenta Gallozzi - un'esperienza che si è rivelata positiva ed in sintonia con la domanda di approdi diretti nel Sud Italia».

Il servizio di The Alliance verrà invece annunciato più avanti. L'alleanza vede aggregate la tedesca Hapag Lloyd, le giapponesi K Line, Nyk, Mol e la taiwanese Yang Ming. Hapag Lloyd ha eletto Salerno main regional port al servizio dei mercati del Meridione d'Italia, garantendo cinque approdi alla settimana (import ed export per tutti i continenti ed ogni area del Mediterraneo).

«La reputazione internazionale ed il livello qualitativo e competitivo raggiunto dai servizi terminalistici di Sct - sottolinea Gallozzi - sono il nostro punto di forza. Èil frutto di un enorme e quotidiano lavoro che ci ha portato nell'ultimo anno a viaggiare senza sosta tra Europa ed Estremo Oriente con l'obiettivo di negoziare e definire importanti accordi con tutte le più grandi compagnie di navigazione del mondo che ora fanno rotta su Salerno unendosi alle tante altre importanti Linee che da anni hanno scelto le nostre infrastrutture portuali». «Ma in questo momento desidero anche fare riferimento - conclude Gallozzi – alla capacità che abbiamo dimostrato di formare una straordinaria squadra composta da tante donne e uomini della nostra terra ed alla indispensabile scelta di condivisione degli obiettivi con tutto il cluster portuale. Sono questi gli elementi alla base del successo del nostro scalo che intende contribuire in questo modo al decollo della nuova piattaforma portuale di sistema del Tirreno Centrale, che la nuova Autorità guidata dal presidente Spirito si accinge a realizzare».