|
adsp napoli 1
28 febbraio 2024, Aggiornato alle 18,07
forges1

Informazioni MarittimeInformazioni Marittime

unitraco2
Infrastrutture

Rimorchiatori Napoletani accoglie "Tarentum"

Quinta unità consegnata alla società negli ultimi sei anni per il porto di Napoli. de Domenico: "Un significativo investimento per garantire servizi competitivi"


Il porto di Napoli accoglie un nuovo rimorchiatore di ultima generazione, Tarentum, della società Rimorchiatori Napoletani. Costruito nel 2021 in Turchia, è stato accolto sabato scorso nello scalo napoletano con una cerimonia di inaugurazione in cui erano presenti imprenditori del porto, giornalisti e azionisti di Rimorchiatori Napoletani.

Tra il 2017 e il 2020 il porto campano ha accolto quattro unità di questo tipo, costruite sempre in Turchia per Rimorchiatori Napoletani. Tarentum è un'unità adatta alle attività di rimorchio portuale, a quelle di salvataggio e scorta e alle attività di oil recovery. Ha una stazza di 458 tonnellate, una potenza dei motori principali di 5050 kW, una velocità di crociera di 13,5 nodi e una capacità di tiro di 82 MT. È lungo 28,2 metri, largo 12,6 e ha un pescaggio di 5,3 metri.

«Assistere all'inalberarsi della bandiera italiana e di quella Rimorchiatori Napoletani sul pennone del baia [del golfo di Napoli] ci ha emozionato tutti, confermando la nostra volontà di essere tra i protagonisti nel superare questo difficile momento. Con questa operazione mettiamo a disposizione della comunità portuale un significativo investimento, per garantire servizi sempre migliori ed aumentare la competitività dei nostri porti», ha affermato Gianni andrea de Domenico, presidente di Rimorchiatori Napoletani.