|
adsp napoli 1
29 giugno 2022, Aggiornato alle 19,13
intersped 2

Informazioni MarittimeInformazioni Marittime

unitraco2
Logistica

Rete Ferroviaria Italiana fa il punto sullo sviluppo al Sud

L'amministratrice delegata del gruppo, Vera Fiorani, ha partecipato al convegno organizzato da Confindustria Avellino

Lavori in corso sulla nuova linea veloce Napoli-Bari

Infrastrutture, Zes e logistica: opportunità per lo sviluppo nelle aree interne. È il titolo del convegno organizzato la scorsa settimana da Confindustria Avellino nel corso del quale Fs Italiane ha illustrato i nuovi piani per lo sviluppo della rete ferroviaria nel Sud. 

"Davanti a noi abbiamo cinque anni molto importanti – ha dichiarato Vera Fiorani, amministratrice delegata di Rete Ferroviaria Italiana –. L'infrastruttura ferroviaria è portatrice di sviluppo e deve essere sfruttata al meglio dai territori limitrofi. Un tema, questo, che stiamo affrontando anche per la Salerno-Reggio Calabria, un'opera interamente concepita e in progettazione, ma finanziata solo in parte nel PNRR". 

Sulla Napoli-Bari, altra grande infrastruttura di collegamento ferroviario, "abbiamo tutto appaltato – spiega l'ad di Rfi – e nelle mani di coloro che devono costruire; siamo quindi in una situazione di attivazione di cantieri, opere, personale, parti importanti dell'economia in movimento. Sulla nuova stazione Hirpinia, che sarà inserita nell'itinerario della Napoli-Bari, c'è una dote molto particolare: questa stazione non è inserita nel grande centro urbano, ma utilizza una posizione estremamente significativa nel creare quella condizione di intermodalità tra diversi poli trasportistici e industriali. Per quanto prevediamo, a partire da luglio noi metteremo sul mercato oltre 10 miliardi di euro di appalti per realizzare opere che dovranno in grossa parte essere completate per il 2026", ha concluso Fiorani. 
 

Tag: ferrovie