|
napoli 2
29 ottobre 2020, Aggiornato alle 08,41
intersped 2

Informazioni MarittimeInformazioni Marittime

unitraco2

Ravenna tra i porti alternativi a Genova

Cosco Shipping ha indicato ai suoi clienti di dirigersi anche lì, in questo momento difficile per la viabilità ligure. Il presidente del sistema portuale emiliano spiega perché

Il porto di Ravenna

È Ravenna uno dei porti sostitutivi di Genova in questo momento di difficoltà per il porto e le autostrade liguri. Una scelta che, come ha spiegato Daniele Rossi, presidente del sistema portuale emiliano al Corriere di Bologna, «dipende da due fattori: le difficoltà in cui si trova Genova e soprattutto il fatto che Ravenna sta riacquistando il suo posizionamento nel mercato dei trasporti marittimi grazie al progetto di approfondimento dei fondali e all'investimento nell'hub portuale, che si è concretizzato con l'aggiudicazione dell'appalto per lavori da oltre 250 milioni. L'obiettivo è far arrivare navi più grandi in linea con le esigenze del mercato e ampliare gli spazi utilizzabili».

Per Ravenna le novità non finiscono qui. «Nel 2021 - anticipa Rossi - la compagnia di crociere Royal Caribbean avrà qui la base operativa e alcune delle sue grandi navi che prima erano su Venezia. L'area portuale ha avviato un importante iter di sviluppo con il via alla fase realizzativa del nuovo hub e Ravenna inizia a suscitare grande interesse". Gli investimenti sono ingenti: "sul piatto già 250 milioni per la prima fase dell'hub, poi 150 per la seconda fase". A Ravenna "ogni anno arrivano 3.200 navi e partono 7.600 treni, per una movimentazione complessiva di 27,5 tonnellate di merci».

Tag: ravenna - genova - cosco