|
adsp napoli 1
04 ottobre 2022, Aggiornato alle 12,32
forges1

Informazioni MarittimeInformazioni Marittime

unitraco2
Armatori

Profitto di 190 miliardi nel 2021 per le compagnie. L'analisi di Drewry

La società di consulenza conferma che i guadagni straordinari sono dovuti soltanto alle tariffe di trasporto più elevate, non certo ad un aumento dei volumi o ad eventuali costi inferiori


Grazie al notevole aumento del costo dei noli, le compagnie armatoriali hanno generato nel 2021 circa 190 miliardi di dollari di profitti annuali e circa 130 miliardi di dollari di liquidità fresca, rende noto la società di consulenza per la ricerca marittima Drewry. Un'analisi approfondita dei profitti dei vettori e delle tariffe di trasporto dimostra chiaramente che gli elevati profitti dei vettori marittimi sono il risultato di tariffe di trasporto più elevate, non di maggiori volumi di affari, servizi aggiuntivi o costi inferiori. Ad esempio, né Maersk né Hapag Lloyd hanno trasportato più container nell'ultimo trimestre rispetto allo stesso trimestre del 2020.

Drewry stima che l'industria dei vettori marittimi abbia prodotto profitti EBIT di circa 190 miliardi di dollari nel 2021, di cui circa 56 miliardi di dollari sono stati generati nel solo quarto trimestre dell'anno scorso. La sola Maersk, ricorda la testata online Offshore-Energy, ha riportato un flusso di cassa operativo di 22 miliardi di dollari (prima degli investimenti) e un flusso di cassa libero di 16 miliardi (dopo gli investimenti) nell'intero anno 2021. La maggior parte dei principali vettori sta investendo in capacità navale aggiuntiva per il futuro. Più di 600 navi portacontainer, per un totale di oltre 5 milioni di teu di capacità, sono state ordinate dai cantieri navali.

I vettori marittimi hanno investito circa 20 miliardi di dollari in nuove navi e circa 10 miliardi di dollari in nuovi container nel 2021, spiega Drewry. Maersk, Cma Cgm e Msc stanno anche acquisendo società per fornire il trasporto aereo di merci o per aggiungere capacità di spedizione end-to-end ai propri clienti. D'altra parte, Zim, ONE e altri stanno migliorando le proprie capacità IT. Tuttavia, i caricatori, che stanno sottoscrivendo il trasferimento di contanti annuale stimato di 130 miliardi di dollari ai vettori marittimi, si aspetteranno che i vettori reinvestiranno parte di questo denaro per migliorare il loro servizio a lungo termine, ha commentato Drewry.