|
napoli 2
20 ottobre 2020, Aggiornato alle 21,16
intersped 2

Informazioni MarittimeInformazioni Marittime

unitraco2
Logistica

Porto di Napoli, traffico congestionato a Levante. Trasportounito scrive all'autorità portuale

Ai problemi strutturali si è aggiunta da qualche mese la chiusura della strada tra i varchi Carmine e Bausan. E via dei Bacini va periodicamente in tilt


Il traffico interno di Levante del porto di Napoli continua ad essere congestionato, tra cantieri di riparazione, nuove asfaltature e una cronica "compressione" dovuta alla struttura stessa dello scalo. Per questo, Trasportounito ha scritto al presidente dell'Autorità di sistema portuale, Pietro Spirito, per chiedere un «incontro urgente» sulle difficoltà quotidiane degli autotrasportatori di container che entrano ed escono dai terminal Conateco e Soteco, in particolare muovendosi lungo via dei Bacini.

Un incontro per stabilire «iniziative che si possono adottare per arginare questo stato di cose», scrive Attilio Musella segretario Regione Campania di Trasportounito. «Come sicuramente saprà», scrive Musella a Spirito, «ai problemi strutturali presenti nello scalo partenopeo si è aggiunta, da diversi mesi, la chiusura del tratto stradale compreso tra il Varco Carmine ed il Varco Bausan che ha causato la forzosa deviazione su via dei Bacini anche del traffico di autoveicoli non commerciali. Può facilmente capire che tutto ciò non può essere sopportato dalle imprese di autotrasporto già fortemente vessate dall'operatività delle società terminalistiche».

Lunghe code, lunghe ore di attesa per le operazioni di carico e scarico, «con l'inevitabile ricadute sulle nostre imprese. Alla luce di quanto detto le chiedo un incontro per analizzare la situazione attuale e verificare anche tutte le iniziative che avevamo concordato prima del lock-down. Le chiedo ulteriormente - conclude Musella - di intercedere con la società Conateco affinchè migliori le proprie attività che dovrebbero essere a favore della collettività».