|
adsp napoli 1
26 febbraio 2024, Aggiornato alle 19,02
forges1

Informazioni MarittimeInformazioni Marittime

unitraco2
Infrastrutture

Porto di Civitavecchia adotta il piano regolatore di sistema

Approvato il Documento di pianificazione strategica, strumento di coesione tra i piani regolatori portuali di Roma, Fiumicino e Gaeta. 170 milioni di euro di appalti da cantierare nel 2024

Il porto di Civitavecchia (bvi4092/Flickr)

«Entro l'anno l'Adsp avrà rispettato tutte le milestone del PNRR, con oltre 170 milioni di appalti ed interventi pronti ad essere cantierati ad inizio 2024. Resta fuori solo il cold ironing, semplicemente perché la scadenza è stata posticipata al 31 marzo, e siamo certi che rispetteremo anche quella». Lo afferma Pino Musolino, presidente dell'Autorità di sistema portuale di Roma, Fiumicino e Gaeta, a conclusione della seduta di fine anno del Comitato di gestione.

Tra le altre cose, il Comitato ha votato all'unanimità l'adozione del Documento di Programmazione Strategica di Sistema, che definisce gli indirizzi strategici per la definizione di successive varianti ai piani regolatori portuali, oltre ai rapporti con i Comuni nella programmazione urbanistica delle aree retroportuali e di interazione porto-città.

In particolare, per quanto riguarda Civitavecchia, è prevista l'inclusione nell'ambito retroportuale sia dell'area di Fiumaretta che delle aree in zona industriale già di proprietà dell'Adsp. Mentre nell'interazione porto-città sono state inseriti la Frasca e il corridoio sul lungomare che dalla zona circostante l'apertura dell'accesso sud e da varco Fortezza arriva fino alla stazione ferroviaria.

Inoltre, secondo quanto previsto dall'articolo 5bis della Legge 84/94, sono stati rappresentati e contemplati i collegamenti di ultimo miglio di trasporto. In particolare, rispetto agli indirizzi contenuti nel Piano regionale di Trasporto e Logistica del 2022, nella programmazione si fa riferimento ai servizi per i passeggeri delle crociere, dando adeguata base giuridica anche a servizi analoghi, in relazione alle tratte dalle banchine del porto di Civitavecchia alla stazione ferroviaria di Civitavecchia e all'aeroporto di Fiumicino.

«Per quanto riguarda Gaeta - aggiunge Musolino - dopo quasi 13 anni il perimetro dello scalo è stato ridefinito con zone che di fatto hanno una funzione portuale e nella interazione porto-città sono state inserite ampie aree del centro cittadino del comune di Gaeta. Allo stesso modo, per il Comune di Fiumicino, è stata inclusa l'area di sviluppo del porto commerciale, sulla riva destra del Tevere»1.

Infine, Il Comitato ha approvato all'unanimità la IV nota di variazione al bilancio 2023, un atto obbligato per allineare gli importi derivanti dal tiraggio del mutuo BEI a quelli inseriti nel bilancio di previsione. 

Sono stati rinviati la discussione ed il voto sulla delibera numero 2/2023 concernente le modifiche all'accordo di II livello del personale dipendente dell'Adsp.

Oltre al Presidente dell'AdSP e al Segretario Generale Paolo Risso, erano presenti il componente designato dalla Regione Lazio, Arch. Roberto Fiorelli, il componente designato da Città Metropolitana di Roma Capitale Pino Lotto e il componente designato dal Comune di Civitavecchia Arch. Emiliano Scotti, oltre al Direttore Marittimo del Lazio e Comandante della Capitaneria di Porto di Civitavecchia Michele Castaldo e ai comandanti delle Capitanerie di Porto di Roma, Giuseppe Strano, e di Gaeta, Biagio Mauro Sciarra.

-
credito immagine in alto