|
napoli 2
15 novembre 2019, Aggiornato alle 12,42
intersped 2

Informazioni MarittimeInformazioni Marittime

Click&Boat 2
Infrastrutture

Porto di Ancona sempre più digitale

L'authority firma un accordo con l'agenzia delle Dogane per l'attivazione del sistema per tracciare i mezzi in imbarco e sbarco

(Ph: Giusy Marnelli)

Per rendere il porto di Ancona sempre più digitale, è stato firmato nei giorni scorsi un accordo tra l'agenzia delle Dogane e dei Monopoli e l'Autorità di sistema portuale del mare Adriatico centrale. L'intesa prevede di attivare un avanzato e innovativo processo di controllo digitale e di tracciatura del trasporto delle merci su traghetti e in prospettiva sui container all'interno dello scalo dorico. L'accordo prevede, inoltre, di realizzare le infrastrutture per i controlli doganali e le procedure autorizzative per le merci in transito nel porto di Ancona oltre a promuovere l'interoperabilità fra i sistemi informativi già utilizzati dall'Agenzia delle Dogane e dei Monopoli e dall'Autorità di sistema portuale.

Progetto TinS-Trasferimento
Il sistema di intelligenza artificiale - acquisito dall'Autorità di sistema portuale e messo a disposizione di Agenzia delle Dogane e dei Monopoli, Guardia di Finanza e operatori dello scalo – permette di tracciare in ogni movimento i mezzi in imbarco e sbarco durante l'intero percorso che li condurrà dal parcheggio doganale alle aree di imbarco e viceversa. Ogni anomalia in questo percorso verrà segnalata al personale di Polizia doganale senza la necessità di un controllo diretto e continuo da parte del personale. Attivo, in via sperimentale, da giugno 2018 il progetto TinS-Trasferimento ha consentito lo spostamento di tutti i mezzi pesanti che sostavano nel porto storico di Ancona, in attesa di imbarco, e che ora sono collocati in un'area doganale esterna al porto, il terminal intermodale Scalo Marotti.
 

Tag: porti