|
napoli 2
22 maggio 2019, Aggiornato alle 09,07
intersped 2

Informazioni MarittimeInformazioni Marittime

Click&Boat 2
Infrastrutture

Porti campani, 2018 all'insegna degli investimenti

L'avanzo economico cresce di oltre un milione di euro. Lanciato il piano sicurezza, finanziato dall'Ue e dal governo

Il terminal container di Napoli

58,4 milioni di euro in investimenti e un avanzo economico cresciuto di più di un milione di euro, raggiungendo i 9,8 milioni. È il bilancio 2018 del sistema portuale campano (Napoli, Salerno, Castellammare di Stabia). Il Comitato di gestione ha approvato il consuntivo e dato il via libera alla variazione di bilancio per un "sistema integrato di sicurezza portuale dell'Autorità di sistema portuale del Tirreno centrale", che fa parte del più ampio programma nazionale per la "legalità" 2014-2020. Confermato, infine, il programma triennale dei lavori 2019-2021 nei porti di Napoli, Salerno e Castellammare di Stabia.

«I risultati della gestione economica registrano un forte miglioramento, del 18 per cento», ha detto il presidente dell'authority, Pietro Spirito. «È il risultato – continua - del primo bilancio unificato della Adsp del mar Tirreno centrale. Questo miglioramento è stato reso possibile da una contestuale crescita delle entrate e da un contenimento nei costi di gestione».

Piano sicurezza
Il Comitato ha inoltre deliberato la variazione di bilancio 2019 per un importo di 9 milioni di euro, destinati al piano per la sicurezza dei porti di Napoli, Salerno e Castellammare. Si tratta di un progetto finanziato dalla Unione europea, in collaborazione con il ministero dell'Interno. 

Infine, gli investimenti per 58,4 milioni del 2018 riflettono «uno sforzo che continuerà anche per l'anno 2019, con l'obiettivo di realizzare le principali opere infrastrutturali destinate a determinare un vantaggio competitivo per i porti campani», conclude Spirito.

Tag: napoli - salerno