|
napoli 2
14 novembre 2019, Aggiornato alle 17,31
intersped 2

Informazioni MarittimeInformazioni Marittime

Click&Boat 2
Infrastrutture

"Naviris", la nuova società di Fincantieri e Naval Group

La nuova collaborazione navalmeccanica tra Italia e Francia dovrebbe costituirsi ufficialmente entro la fine dell'anno

Giuseppe Bono ed Hervé Guillou

Facendo seguito all'annuncio di metà giugno, e in attesa della definizione dei termini operativi per la joint paritaria, il gruppo cantieristico italiano Fincantieri e la società navalmeccanica francese Naval Group hanno annunciato il nome della nuova società: Naviris. La costituzione della joint venture è attesa, come programmato, entro la fine dell'anno.

Un nuovo passo avanti verso un know-how di qualità, sottolinea Fincantieri in una nota. Il nome è stato presentato a Genova durante l'ultimo steering committee, che si riunisce ogni trimestre alternativamente in Francia e in Italia, da Giuseppe Bono ed Hervé Guillou, i CEO di Fincantieri e Naval Group.

«L'alleanza rappresenta una grande opportunità per entrambi i gruppi e i loro ecosistemi di migliorare la propria capacità di servire le rispettive Marine nazionali - continua la nota Fincantieri -, di acquisire nuovi contratti di esportazione, di sviluppare nuove tecnologie  e, in definitiva, di aumentare la competitività dei comparti navali dei due Paesi.

Come sarà strutturata Naviris
La società avrà l'headquarter a Genova, una sede a Ollioules, in Provenza e dovrebbe essere operativa entro l'anno, con annesse autorizzazioni antitrust. Approvato dai rispettivi consigli di amministrazione, sostanzia i contenuti del progetto "Poseidon" e apre la strada a un progetto di rafforzamento della cooperazione navale militare tra Francia e Italia. L'accordo è stato firmato a giungo dai CEO di Fincantieri e Naval Group, Giuseppe Bono e Hervé Guillou, a bordo della fregata Federico Martinengo, ormeggiata all'Arsenale della Marina militare di La Spezia, unità del programma italo-francese FREMM. Fincantieri e Naval Group condivideranno progettazione, costruzione, ricerca, ottimizzazione dei costi di rifornimento degli stabilimenti. La governance sarà disciplinata anche da un patto parasociale e prevede un consiglio di amministrazione di sei membri con nomina paritaria. Per il primo mandato triennale, Fincantieri esprimerà il presidente ed il chief operational officer, mentre Naval Group l'amministratore delegato e il chief financial officer. Nel Consiglio, a conferma della valenza strategica che Fincantieri e Naval Group attribuiscono a questa operazione, siederanno Bono, che assume la carica di presidente della joint venture, e Guillou.