|
adsp napoli 1
22 aprile 2024, Aggiornato alle 16,27
forges1

Informazioni MarittimeInformazioni Marittime

unitraco2
Cultura

L'IMAT forma i primi istruttori Maritime Security

Rilasciati dal centro di Castel Volturno i primi certificati per diventare insegnante in materia di security di bordo. Utilizzati scanner ad alta tecnologia

Erminia Della Monica, amministratrice delegata dell'IMAT

L'International Medical Admissions Test (IMAT) di Castel Volturno, in provincia di Caserta, ha recentemente svolto il primo corso per istruttore certificato in Maritime Security. È erogato secondo le prescrizioni del decreto ministeriale 18 agosto 2020, nell'ambito dell'ultima revisione di settembre e all'interno del "Programma nazionale di sicurezza marittima contro eventuali azioni illecite internazionali".  

«Ad oggi, per quanto ci risulti, quello erogato presso la nostra academy è stato l'unico corso di formazione eseguito da quando sono entrate in vigore le nuove normative di security», spiega l'amministratrice unica di IMAT, Erminia Della Monica.

Le lezioni hanno interessato due partecipanti, sono durate complessivamente 40 ore e hanno comportato per la parte pratica l'uso di particolari e costose attrezzature come scanner a raggi x per i bagagli, un body scanner, un metal detector, rilevatori di esplosivi, di droga e di liquidi pericolosi.
 
Il corso, preparato e sviluppato dal coordinatore per la didattica dell'IMAT, Modestino Manfredi, si è concluso con l'esito positivo dell'esame finale che ha richiesto la presenza di un ufficiale della capitaneria di porto con la qualifica di Decentralized Autonomous Organization (DAO), o di esperto in materia di security, e di un dirigente dell'ufficio della polizia di frontiera di competenza territoriale. 

I due nuovi istruttori che hanno frequentato il corso, dopo aver espletato le pratiche per il rilascio della certificazione da istruttore qualificato da parte della capitaneria di porto competente, entreranno a far parte del team istruttori di IMAT.     

«Continuiamo a perseguire la nostra strategia di investimento costante in risorse umane e mezzi, al fine di fornire la migliore offerta formativa nel settore marittimo», continua Della Monica. «Il corso per istruttore certificato in Maritime Security si aggiunge alla rilevante mole di corsi erogati regolarmente per i professionisti del mare, basti pensare che in questi giorni di riapertura post festività estive e quindi non a pieno ritmo stiamo già erogando 40 corsi in presenza e 15 a distanza, attraverso la nostra piattaforma di e-learning. Questo particolare corso che forma istruttori, arricchisce ulteriormente il ventaglio delle competenze messe a disposizione delle compagnie e dei marittimi confermando la crescente rilevanza anche a livello internazionale della nostra attività».

Tag: formazione