|
adsp napoli 1
13 giugno 2024, Aggiornato alle 11,01
forges1

Informazioni MarittimeInformazioni Marittime

forges4
Cultura

L'Accademia mercantile di Genova rinnova gemellaggio con l'università marittima di Malmö

La scuola italiana e quella svedese continueranno a collaborare nei prossimi anni sulla formazione. Nel 2025 il centro di Genova avrà un training centre di alto livello


È stato firmato questo pomeriggio, nella sede di Arenzano (Genova) di Villa Figoli des Geneys, un rinnovato memorandum of understanding tra la Fondazione Accademia Italiana della Marina Mercantile (FAIMM) e la World Maritime University (WMU) di Malmö, in Svezia. La firma rinnova gli accordi in essere e punta a potenziare le attività congiunte sulla formazione marittima e portuale. 

La presidente della WMU, Cleopatra Doumbia-Henry, ha visitato la sede di Arenzano dell'Accademia, intervenendo anche in uno dei corsi internazionali attivo in questo periodo, e ha potuto conoscere più da vicino il progetto formale della nuova sede dell'Accademia, che sorgerà nel 2025 nel Palazzo Tabarca, nel cuore del porto di Genova. Sarà in grado di ospitare centinaia di allievi degli istituti tecnici e sarà il fulcro centrale delle attività formative dell'Accademia. Offrirà anche un training centre di ultima generazione, tra i più avanzati di questo tipo nel Mediterraneo.

Dopo la visita dello staff dell'Accademia Italiana della Marina Mercantile nella sede di Malmö, lo scorso ottobre, questo ulteriore incontro consente ai due istituti di rinsaldare la già forte connessione sul tema della formazione di alta qualità, che deve sempre più guardare agli aspetti tecnologici e alle implicazioni di diversi fattori sul mondo della logistica, dell'automazione e della sostenibilità ambientale. Per Paola Vidotto, direttrice dell'Accademia Italiana della Marina Mercantile, «questo incontro segna un momento importante per la struttura dell'Accademia, anche perché gli ottimi rapporti con la WMU, diretta emanazione delle Nazioni Unite sul tema del mondo marittimo, rafforzano le tante attività di International Maritime Safety Security And Environment Academy, la sezione internazionale dell'Accademia, che opera sul fronte della formazione specializzata con decine di Paesi in tutto il mondo. Azioni importanti che insieme alla WMU possono vedere anche sviluppi molto interessanti». «Siamo molto felici di condividere questa partnership con l'Accademia Italiana della Marina Mercantile, perché sappiamo tutti che l'industria marittima deve affrontare nuove e importanti sfide, a tutti i livelli. Dalla navigazione autonoma alla sostenibilità del settore, dobbiamo lavorare di più per garantire a tutti un'istruzione di alta qualità, siano essi nuovi studenti sia persone già con esperienza», ha concluso la presidente della WMU Doumbia-Henry.