|
napoli 2
29 settembre 2020, Aggiornato alle 14,57
intersped 2

Informazioni MarittimeInformazioni Marittime

unitraco2
Armatori

Gruppo Maersk, 2 miliardi di perdite nel 2016

Il CEO Skou: "Anno difficile ma con lo split in programma siamo fiduciosi". Trasportato sopra i 10 milioni di teu


Nel suo ampio, dettagliato (e pubblico) annual report, il gruppo armatoriale danese Ap Moller-Maersk ha chiuso il 2016 con una perdita netta di 1,9 miliardi di dollari. «Il 2016 è stato difficile, con venti contrari in tutti i nostri mercati. Tuttavia è stato anche l'anno in cui abbiamo deciso di trasformare profondamente il gruppo Maersk, definendo un nuovo corso che porterà la compagnia ad essere maggiormente focalizzata nei container, nello shipping e nella logistica», commenta il presidente e amministratore delegato Soren Skou. Il riferimento è al progetto di divisione del gruppo in due attività distinte, una dedicata all'energia e una ai trasporti.
 
Annual report 2016: versione completa | versione breve 
 
Se si guardano agli ultimi cinque anni si può notare un rapporto inverso tra ricavi e trasportato, dove i primi calano e i secondi crescono. Dai 50 miliardi di dollari circa del 2012 il gruppo è sceso fino a 35,46 miliardi del 2016. «Quest'anno la principale fonte di questa perdita risiede in Maersk Line», spiega Skou. Maersk Line ha segnato infatti una perdita netta di 376 milioni rispetto a un utile netto di 1,3 miliardi nel 2015. A questo si sommano rettifiche di valore per 2,7 miliardi in Maersk Drilling e Maersk Supply Service, «come conseguenza dell'eccesso di offerta e della scarsa domanda a lungo termine». «Le nostre priorità per il 2017 – conclude Skou – rimangono la riduzione dei costi per Apm Terminals e Damco, chiudere l'acquisizione di Hamburg Sud». Per quest'anno Skou prevede di migliorare di circa un miliardo l'utile netto.

Di segno inverso il trasportato della flotta, pari a 10,4 milioni di teu, in crescita del 9,4 per cento. Nel 2012 il movimento complessivo è stato di 8,4 milioni di teu. Il nolo medio per feu è sceso del 18,7 per cento a 1,795 dollari. I terminal di Apm hanno movimentato 37,3 milioni di teu, crescendo del 3,6 per cento. L'utile netto della società Apm Terminals è stato di 438 milioni, in calo di un terzo.