|
napoli 2
21 maggio 2019, Aggiornato alle 09,57
intersped 2

Informazioni MarittimeInformazioni Marittime

Click&Boat 2

Gioia Tauro, in decadenza la concessione del Medcenter

L'autorità portuale (commissariata da anni) notifica ai due soci terminalisti l'avvio della procedura

Il porto di Gioia Tauro

Via alla decadenza della concessione per il Medcenter Container Terminal, che gestisce il polo di trasbordo del porto di Gioia Tauro. L'autorità portuale calabrese, unica ancora commissariata - ma a breve avrà compagnia-, guidata dal commissario Andrea Agostinelli, ha comunicato ai due azionisti del terminal, Contship e Til-Msc (soci a metà), «l'avvio del procedimento di decadenza della relativa concessione demaniale delle banchine del porto di Gioia Tauro».

Ora che si fa
La situazione al porto calabrese è tesa da anni a causa di diverse congiunture. Lo scalo perde traffico, stretto dalla concorrenza degli altri terminal, la generale riorganizzazione dei servizi armatoriali e le difficoltà di integrazione logistica interna. Sono lontani gli anni in cui lo scalo superava i 3 milioni di teu di traffico annuale: nel 2018 il traffico è stato di 2,3 milioni ma ci sono le potenzialità, senza aggiungere nuovi spazi, di raggiungere i 4 milioni di teu l'anno. Un paio di settimane fa Contship ha annunciato nuovi esuberi per circa 380 persone, dopo una serie di incontri tra sindacati, azienda e autorità portuale e la decisione finale di avviare un tavolo interministeriale, Msc si è impegnata a investire 140 milioni in quello che ha definito «il vero tallone d'Achille» di questo porto, il parco mezzi. Sembrerebbe logico, seguendo questi presupposti, che il nuovo futuro concessionario unico del terminal container di Gioia Tauro potrebbe essere Mediterranean Shipping Company con la sua società dedicata, Terminal Investment Limited, ipotesi al momento non confermata ufficialmente da nessuno.

-
credito foto in alto