|
adsp napoli 1
20 maggio 2022, Aggiornato alle 15,45
intersped 2

Informazioni MarittimeInformazioni Marittime

unitraco2
Infrastrutture

Fincantieri, otto commesse in tre mesi

Pubblicato il report del primo trimestre, che vede conti in buona salute e ordini per mezzo miliardo di euro. Bono: "Lascio un gruppo leader mondiale". A Castellammare impostata "Explora II"

Foto di gruppo per "Explora II", impostata oggi a Castellammare

Nel giorno dell'impostazione di Explora II allo stabilimento di Castellammare di Stabia, in provincia di Napoli, Fincantieri ha pubblicato i dati del primo trimestre dell'anno che confermano la costante crescita del gruppo cantieristico. 1,68 miliardi di ricavi, in aumento del 17.8 per cento sul primo trimestre del 2021. L'ebitda è di 118 milioni (+17%) e l'indebitamento finanziario netto è di 940 milioni, in salita rispetto agli 859 milioni al 31 dicembre 2021. Lo rende noto Fincantieri.

Il carico di lavoro complessivo è pari a cinque volte i ricavi, con un valore di 34,4 miliardi. Nei primi tre mesi dell'anno sono stati acquisiti ordini per mezzo miliardo di euro e il backlock ha raggiunto i 34,8 miliardi, con 93 navi in portafoglio. 

Pr quanto riguarda le commesse, sono stati incamerati ordini per sei unità a guida autonoma da parte di Ocean Infinity, un peschereccio per Deutsche-Fischfang Union, una offsgore per Norwind Offshore. Consegnate cinque navi da quattro stabilimenti, per l'armatore Princess Cruises, per il ministero della difesa del Qatar e per la Marina italiana, più un peschereccio per Nergård Havfiske  e una offsgore per TSS Marine.

Conti trimestrali in buona salute, secondo l'amministratore delegato di Fincantieri, Giuseppe Bono, «da un punto di vista patrimoniale e finanziario, con un notevole carico di lavoro che dà visibilità per i prossimi anni. Tale carico di lavoro sarà realizzato in un momento particolarmente complesso come quello che stiamo vivendo, che sconta il perdurare dell'aumento del costo delle materie prime in un quadro di crisi geopolitica preoccupante». 

E a proposito del cambio di guardia nel consiglio di amministrazione, che vede l'arrivo di Pierroberto Folgiero, Bono ha detto: «lascio dopo vent'anni, orgoglioso di aver guidato il Gruppo fino al raggiungimento di posizioni di leadership mondiale nei principali settori in cui opera, anche grazie ad una squadra che non ha eguali al mondo. Ad essa, come a tutte le maestranze di Fincantieri e alle migliaia di aziende della nostra catena di fornitura, va il mio più sentito ringraziamento per l'impegno e la dedizione dimostrati nel perseguire e raggiungere gli ambiziosi obiettivi che ci eravamo dati. Ai miei successori l'augurio di buon lavoro, comprendendo pienamente la responsabilità che si accingono ad assumere».

Nel frattempo, oggi, si è svolta a Castellammare di Stabia l'impostazione di "Explora II", la seconda di quattro navi da crociera di lusso di nuova concezione che Fincantieri sta costruendo per "Explora Journeys", nuovo brand di lusso della divisione crociere del Gruppo MSC. L'ordine per questa classe di navi, annunciato nel 2018, ha un valore complessivo di oltre 2 miliardi di euro.

"Explora II" verrà consegnata nel 2024 mentre l'unità capoclasse, "Explora I", è in costruzione a Monfalcone e sarà consegnata a fine maggio 2023.

Le unità avranno una stazza lorda di circa 63,900 tonnellate e saranno dotate delle più recenti tecnologie disponibili. Con 461 suite, saranno caratterizzate da un design altamente innovativo, anche sotto il profilo del comfort e del relax dei passeggeri.

Con queste quattro navi, la partnership tra Fincantieri e la divisione crociere del Gruppo MSC ha raggiunto, ad oggi, un totale di otto unità: "MSC Seaside" e "MSC Seaview", consegnate nel 2017 e nel 2018, e le 2 navi classe Seaside Evo: la prima, "MSC Seashore", consegnata nel 2021, e la sua gemella, "MSC Seascape", che entrerà in servizio alla fine di quest'anno.