|
adsp napoli 1
29 febbraio 2024, Aggiornato alle 17,38
forges1

Informazioni MarittimeInformazioni Marittime

unitraco2
Cultura

Fincantieri ottiene dal Rina il certificato "parità di genere"

È la prima azienda navalmeccanica italiana a riceverlo. Il tasso di assunzione femminile sale al 34 per cento nel 2023, sopra il target minimo


Fincantieri è il primo gruppo navalmeccanico italiano ad aver ottenuto da Rina la certificazione sulla parità di genere, la UNI/PdR 125:2022.

Questa certificazione è stata assegnata dopo un processo di valutazione basato su 33 parametri che riguardano aspetti come la cultura e la strategia aziendale, le opportunità di formazione, la crescita e inclusione delle donne, l'equità sul piano delle retribuzioni, oltre a iniziative a tutela della genitorialità e della conciliazione vita-lavoro.

Fincantieri è fermamente convinta che la diversità di genere sia un valore fondamentale per il successo del gruppo e per la società. Ne è testimonianza, ad esempio, il raggiungimento nel 2023 del 34 per cento - sopra il target minimo del 25 per cento - di presenza femminile nell'acceleration program "Talent", destinato a giovani risorse ad alto potenziale che intraprendono un percorso di sviluppo professionale e che rappresentano la leadership del futuro.

«Questa certificazione è un importante riconoscimento del nostro impegno per la parità di genere. Un ambiente di lavoro inclusivo e sensibile alle diversità è fondamentale per la crescita del Gruppo secondo le direttive del nostro Piano di Sostenibilità 2023-2027. Gli ulteriori audit di verifica, previsti nei prossimi anni, saranno per noi uno stimolo per promuovere ulteriormente la partecipazione dei nostri dipendenti: non si tratta di un punto di arrivo, ma di un'importante milestone che ci stimola a continuare a lavorare nella giusta direzione», ha commentato Luciano Sale, direttore Human Resources and Real Estate di Fincantieri. Paolo Moretti, CEO di Rina Services, ha detto: «La certificazione della parità di genere rappresenta l'avvio di un percorso di miglioramento per le aziende sia dal punto di vista delle performance sia della reputazione. Non a caso, diversi studi dell'Università Bocconi e di McKinsey & Company confermano un miglioramento delle prestazioni per le società maggiormente inclusive. La certificazione rilasciata a Fincantieri rappresenta una concreta dimostrazione dello sviluppo di politiche relative alla diversità, all'equità e all'inclusione che si è tradotto nella creazione di un clima inclusivo e paritario anche attraverso una continua attenzione e formazione. Come ogni percorso certificativo non è un punto di arrivo ma di partenza per un costante miglioramento, a beneficio delle persone: la principale risorsa di ogni organizzazione».

Sono numerose le iniziative legate alla Diversity, Equity and Inclusion (DEI) in cui Fincantieri è da tempo impegnata. Tra queste: una policy per il Rispetto dei Diritti Umani e delle Diversità, una procedura sulla Parità di Genere, misure di conciliazione vita-lavoro, un percorso per garantire un gender pay gap pari a zero, programmi a sostegno della genitorialità, formazione e sensibilizzazione su bias e stereotipi, linguaggio e leadership inclusivi. Non da ultimo il progetto Respect For Future, lanciato in occasione della Giornata internazionale per l'eliminazione della violenza contro le donne, e la sottoscrizione dei Women's Empowerment Principles (WEPs) delle Nazioni Unite.