|
adsp napoli 1
20 aprile 2024, Aggiornato alle 20,22
forges1

Informazioni MarittimeInformazioni Marittime

unitraco2
Logistica

Ferrovie, Poste e la tedesca sennder uniscono le forze nella logistica digitale

L'azienda tedesca fornirà i suoi camion e soprattutto i suoi algoritmi, le società italiane i loro treni e la loro logistica


Sviluppare una mobilità delle merci sostenibile e digitalizzata per ampliare la rete logistica del trasporto merci intermodale su scala europea, valutando in futuro anche la possibilità di una newco. Sono i principali obiettivi della partnership sancita in una letter of intent siglata oggi dagli amministratori delegati Luigi Ferraris (Gruppo FS). Matteo Del Fante (Poste Italiane), Sabrina De Filippis (Mercitalia Logistics del Gruppo FS) e da David Nothacker, presidente e cofondatore di sennder, azienda tedesca (il cui nome si scrive senza maiuscola) attiva nella digitalizzazione del trasporto merci su strada.

La collaborazione tra i treni del Gruppo Fs, l'attività di spedizione di Poste Italiane e i camion della società logistica tedesca sennder (che si scrive proprio senza maiuscola) avrà l'obiettivo, si legge in una nota di Mercitalia, di «offrire alle aziende italiane soluzioni logistiche intermodali, innovative e sostenibili, che mettano insieme i servizi ferroviari con quelli di primo-ultimo miglio stradale in tutta Europa. Un'esperienza di trasporto altamente informatizzata in grado di ottimizzare costi, flussi, distanze percorse ed emissioni. Un vantaggio per gli attori delle diverse filiere produttive che potranno così sfruttare al massimo le potenzialità del Network ferroviario europeo del Polo Logistica combinando il primo ed ultimo miglio su gomma offerto da sennder con mezzi green, utilizzando carburanti a bassa emissione come HVO e motori elettrici».

Ogni anno Mercitalia Logistics e sennder trasportano oltre 53 milioni di tonnellate di merci, di cui 41 milioni attraverso 100 mila treni e 12 milioni tonnellate con 1 milione di carichi gestiti su gomma. Dal canto suo, Poste Italiane collabora con Sennder dal 2019.

Nella collaborazione c'è anche una clausola per valutare, sulla base di uno studio di fattibilità tecnico economica, la possibilità di fondare in joint venture una nuova società, un «operatore multimodale» europeo, in grado di offrire al mercato della logistica soluzioni di trasporto intermodale ferro-gomma di ultima generazione. «Il principale spedizioniere digitale europeo e il polo leader della logistica del Gruppo FS uniscono le forze per un progetto innovativo che ottimizza i flussi di trasporto import/export con un minore impatto ambientale», commenta De Filippis, «la collaborazione consentirà infatti una logistica più efficiente e sostenibile grazie a tecnologie avanzate, monitorando e gestendo i carichi di spedizione in modo digitale riducendo le emissioni CO2».

«Dopo la nostra joint venture con Poste Italiane, che ha creato il principale operatore digitale di trasporto merci su strada in Italia – commenta Nothacker - ora abbiamo l'opportunità di collaborare con una delle principali realtà della logistica per valorizzare appieno il trasporto intermodale, accelerando così la nostra missione di riduzione delle emissioni di CO2 dei trasporti, che rappresentano una porzione significativa delle emissioni totali in Europa. Le tecnologie e gli algoritmi basati sull'intelligenza artificiale sviluppati da sennder supporteranno non solo la digitalizzazione delle operazioni intermodali, ma anche l'aumento dell'efficienza attraverso la riduzione dei chilometri percorsi a vuoto».