|
napoli 2
23 settembre 2020, Aggiornato alle 19,31
intersped 2

Informazioni MarittimeInformazioni Marittime

unitraco2
Politiche marittime

Federlogistica chiede meno tasse e canoni da parte dei porti

Luigi Merlo propone al governo una serie di misure per far ripartire la logistica


Sospendere la tassa di ancoraggio e ridurre i canoni demaniali. Lo propone Conftrasporto-Federlogistica per venire incontro a tutta una serie di conseguenze che sta avendo la diffusione del Coronavirus nel mondo. Per quanto riguarda lo shipping e la logistica, si sta assistendo a un drastico calo del flusso di trasporto che, com'è noto, è westbound, da Oriente va verso Occidente. Sul fronte asiatico, il drastico calo è nella produzione industriale cinese; sul fronte occidentale, il drastico calo è nel flusso merce, complicato ulteriormente, nell'entroterra, dalle varie quarantene dei focolai di infezione sul territorio italiano. 

«L'assenza di direttive univoche, lo spontaneismo regionale e un allarmismo in taluni casi eccessivo rischiano di complicare moltissime attivita», secondo il presidente di Conftrasporto-Federlogistica, Luigi Merlo, secondo il quale «nel settore portuale assistiamo a iniziative di singole Autorità di sistema, quando sarebbe necessaria una linea chiara ed unica. Le aziende - conclude - stanno rispondendo con responsabilità ed efficienza, ma la babele di provvedimenti e ordinanze nazionali, regionali e comunali rischia di fare danni enormi all'economia e allo stesso tempo di non garantire un adeguato servizio ai cittadini».

Di fronte alla serie di provvedimenti, alle congestioni così come ai terminal semivuoti, il Cnel nei prossimi giorni terrà una serie di audizioni con gli operatori della logistica per fare il punto della situazione.

Tag: tasse