|
napoli 2
17 ottobre 2021, Aggiornato alle 18,14
intersped 2

Informazioni MarittimeInformazioni Marittime

unitraco2
Armatori - Logistica

Ever Given è tornata a galla

Il lavoro dei rimorchiatori e delle escavatrici è stato sufficiente. Non ha ancora liberato il canale ma la prua è uscita dalla sabbia e ora è in navigazione trainata dai rimorchiatori

(Egypt Today Magazine/Twitter)

Dopo quasi una settimana di lavoro, tra spinte da decine di migliaia di cavalli dei rimorchiatori e scavi delle draghe, nella mattina di lunedì Ever Given è tornata a galla ed è parzialmente liberata. Qui un video della nave che festeggia suonando la sirena.

La portacontainer di Evergreen lunga 400 metri incagliata da martedì scorso nel canale di Suez non ha ancora liberato il passaggio ma la prua è stata sbloccata dalla sabbia e ora è in navigazione trainata dai rimorchiatori. La notizia è stata confermata da Osama Rabie, presidente dell'Autorità del Canale di Suez, e da un post su Twitter della società di servizi marittimi Inchcape, che ha scritto che la nave è stata rimessa a galla e che seguiranno «ulteriori informazioni una volta che saranno note».  

Sebbene la nave stia in qualche modo galleggiando, non è chiaro quando lascerà il canale, permettendo la riapertura di un tratto cruciale che collega Asia e Mediterraneo. Un incidente che ha comportato l'arresto di centinaia di navi e perdite economiche, secondo la compagnia assicurativa Allianz, tra i 5 e i 9 miliardi di dollari per il commercio internazionale, con decine di navi che invece di attendere alla fonda l'apertura hanno preferito circumnavigare l'Africa. 

Leggi anche: I danni economici del blocco del canale di Suez

L'incidente pare sia stato dovuto a un colpo di vento, secondo quanto riferisce l'armatore, che l'ha fatta mettere di traverso lungo una via d'acqua larga 200 metri.