|
napoli 2
04 luglio 2020, Aggiornato alle 15,15
intersped 2

Informazioni MarittimeInformazioni Marittime

Armatori

È nata China Cosco Shipping

Fusione tra China Ocean Shipping (Cosco) e China Shipping, è il più grosso armatore per numero di navi e valore di mercato. Lirong: "Nessuno dei due aveva le risorse per essere competitivo"


When in trouble, go big. Il motto per la buona politica creato dal caporedattore di Buzfeed, Ben Smith, viene applicato sempre più anche in campo marittimo. La crisi iniziata nel 2008 è sistemica e le grosse navi mercantili viaggiano sempre meno cariche pur ammodernando e ampliando la propria flotta come mai nella storia dell'armamento commerciale. Così per ovviare alle contrazioni dei consumi e dei traffici gli armatori si fondono, si alleano, fanno fronte comune. E nascono i colossi. 

Ora è il turno della compagnia China Cosco Shipping Corporation, fusione tra China Ocean Shipping (Cosco) e China Shipping, presentata oggi a Shanghai insieme al governo della Repubblica Popolare Cinese. È il primo gruppo armatoriale al mondo per quantità di navi, tonnellaggio, valore e numero di proprietà, superando con un balzo la multinazionale dello shipping danese Maersk Line. 

I numeri
Approvato dal Consiglio di Stato cinese a dicembre scorso, il gruppo ha un asset di 9,2 miliardi di dollari, mentre il valore complessivo sfiora i 22 miliardi di dollari (Maersk poco più di 12, per chi voglia approfondire alla fine dell'articolo c'è un grafico del Wall Street Journal). Sfoggia una flotta di 1,114 navi (830 di proprietà) pari a 85 milioni di tonnellate di portata. Conta su ben 46 terminal portuali di proprietà sparsi nel mondo ed è leader nelle forniture di bunker con un livello annuo sopra le 25 milioni di tonnellate. Si piazza al quarto posto nella graduatoria delle compagnie marittime specializzate nel trasporto container con 1,58 milioni di teu di capacità del marchio Cosco Container Lines (salgono a 2,7 milioni di teu se si aggiungono le società di noleggio). Non è stato ancora chiarito come si procederà in questo settore nei confronti delle loro rispettive alleanze, che sono la Ckyhe per Cosco e Ocean Three per China Shipping.

China Cosco Shipping Corporation è guidata dal presidente del Consiglio di amministrazione Xu Lirong (al centro nella foto), che ricopre la stessa carica in China Shipping, mentre Wan Min (primo da sinistra), direttore generale di Cosco, ha assunto la carica di presidente. «Prima della fusione, né China Shipping né Cosco possedevano le risorse per essere competitivi sulla scena mondiale», spiega Lirong. «Il Baltic Dry Index è ai minimi storici ogni giorno. Questo è il periodo più difficile che stiamo vivendo da quando è scoppiata la crisi finanziaria», continua il chairman. «Crediamo che provvedendo con un disegno basato sul 6+1, China Cosco Shipping formerà un business globale con fondamenta solide». 
 
Immagine in apertura via