|
napoli 2
08 agosto 2020, Aggiornato alle 12,18
intersped 2

Informazioni MarittimeInformazioni Marittime

unitraco2
Armatori

China+Cosco, ok del Consiglio di Stato cinese

Dovrebbe ribattezzarsi China Cosco Shipping group ed essere una  parental investment management company. Cosco sarà lo spedizioniere, China Shipping la società finanziaria


La fusione a lungo attesa di Cosco e China Shipping - che già collaborano da più di un anno - ha ricevuto il via libera del Consiglio di Stato cinese. Lo riferisce l'agenzia stampa connazionale Caixin. Nessun commento ufficiale è arrivato da Pechino ma secondo Caixin i due armatori controllati dalla Repubblica Popolare rilasceranno dichiarazioni separate in merito già da domani.

Cosa diventerà China Cosco Shipping
Un gruppo di lavoro composto da cinque membri e guidato dal presidente di China Shipping, Zu Lirong, sta lavorando al progetto di fusione da agosto. La nuova società dovrebbe chiamarsi "China Cosco Shipping group" e avrà sede a Shanghai. Sarà il quarto armatore del mondo per capacità dopo Maersk, Msc e Cma Cgm. Il Consiglio di Stato della Cina ha esaminato diversi assetti societari possibili, tra cui quello di un parental investment management company con diverse sussidiarie specializzate in traffico domestico e trasporto container in Asia. Liu Jun, vicedirettore dello Shipping Exchange Bulletin, prevede che China Shipping si trasformerà in una società finanziaria mentre Cosco in quella di spedizione. Secondo Jun, vista la mole di entrambe le società, si tratta di una fusione complicata che richiede tempo. Comporterà l'integrazione delle reti di vendita, la riorganizzazione delle rotte di trasporto e il trasferimento dei beni di proprietà che includono tra le altre cose immobili e terminal.