|
napoli 2
24 ottobre 2020, Aggiornato alle 12,38
intersped 2

Informazioni MarittimeInformazioni Marittime

unitraco2
Cultura

Costa Crociere dona 35 biciclette al Polo Universitario di Savona

Inclusa nel comprensorio dell'Università di Genova, verranno utilizzate dagli studenti del campus


In attesa della ripartenza delle sue crociere da Savona, Costa Crociere, attraverso la sua fondazione Costa Crociere Foundation, ha donato trentacinque biciclette al Polo Universitario di Savona, che fa parte dell'Università degli Studi di Genova.

Saranno messe a disposizione degli studenti, che le potranno prendere in prestito per raggiungere il centro. La consegna dei mezzi è avvenuta oggi a cura della Cooperativa Bazzino, società che svolge il servizio di portabagagli e di car valet al Palacrociere di Savona. Le trentacinque biciclette erano utilizzate per le escursioni dei crocieristi e nelle scorse settimane sono state sottoposte a manutenzione. L'iniziativa fa parte di un programma internazionale di assistenza materiale a cura di Costa Crociere Foundation, grazie al quale la compagnia ha già donato oltre 28 mila oggetti provenienti dalle proprie navi che navigano in quattro continenti.

I commenti
«Nel corso di sei anni dalla sua istituzione, la fondazione ha dato vita a un totale di 29 progetti in favore di 33 mila beneficiari diretti, concentrandosi su due grandi aree di intervento, quella sociale e quella ambientale», commenta Davide Triacca, segretario generale di Costa Crociere Foundation. «Non appena le misure di contenimento Covid-19 ci consentiranno la piena fruibilità della nostra sede universitaria, metteremo le biciclette a disposizione», ha detto Daniela Zucchiatti, responsabile amministrativa del Campus di Savona. «Da qualche anno l'Università degli Studi di Genova ha deciso di portare avanti all'interno del Campus di Savona, diversi progetti relativi ad ogni ambito della sostenibilità, in particolare legati alle energie rinnovabili, alla mobilità elettrica, alla smart city e al wellbeing. Questa iniziativa si inserisce quindi molto bene all'interno delle nostre attività», ha concluso Paola Laiolo, responsabile dei progetti di sostenibilità del Campus di Savona.