|
napoli 2
15 novembre 2019, Aggiornato alle 12,42
intersped 2

Informazioni MarittimeInformazioni Marittime

Click&Boat 2
Armatori - Infrastrutture

Contship Italia dice addio a Gioia Tauro

Cederà la sua quota (50%) nel Medcenter Container Terminal ad Msc. Il gruppo è stato il fondatore dell'hub container

(Design Gang)

Dopo l'annuncio dell'avvio della procedura di decadenza della concessione del Medcenter Container Terminal di Gioia Tauro, era solo questione di tempo. Ora ci siamo. Il gruppo Contship Italia dice addio, dopo 24 anni, allo scalo calabrese e avvia il processo di negoziazione per la cessione della sua quota – pari al 50 per cento - in CSM Italia-Gate, titolare di Mct, all'atro socio, il gruppo Mediterranean Shipping Company. La notizia è stata prima annunciata dal ministero dei Trasporti giovedì e poi confermata anche da Contship Italia, che è stata con Angelo Ravano il fondatore dell'hub di Gioia Tauro, nato nel 1995.

Qualche settimana fa Msc si è impegnata a investire 140 milioni in quello che ha definito «il vero tallone d'Achille» di questo porto, il parco mezzi.

«Abbiamo deciso di sospendere per 30 giorni il procedimento di decadenza - spiega il ministro Danilo Toninelli - soltanto a fronte di tre azioni precise intraprese da Contship: l'avvio dell'interlocuzione con la controparte per la cessione; la nomina di uno studio legale in assistenza e un advisor finanziario per la valutazione degli asset; la convocazione di un Cda all'inizio della prossima settimana per conferire pieni poteri di negoziazione a un membro del Board. Soltanto grazie a questi tre impegni vincolanti è scattata la sospensione dei termini per la messa in mora, valida peraltro a condizione di assicurare comunque la piena operatività del terminal e la salvaguardia dei livelli occupazionali».

Contship: "Salvaguarderemo l'occupazione"
Al fine di accelerare i tempi, Contship Italia ha nominato lo studio legale che la assisterà nella trattativa e prescelto un advisor finanziario indipendente, il quale darà un valore specifico alla quota oggetto del negoziato. «Nelle more della trattativa, l'attività del terminal container di Gioia Tauro continuerà ad essere perfettamente operativa», afferma Contship Italia in una nota. «Il gruppo - continua - che ha lanciato e da oltre 24 anni gestisce il terminal MCT, avrà cura che siano salvaguardati i livelli occupazionali, in modo da preservare il valore e la competitività della più grande struttura terminalistica Italiana. Una realtà industriale che ricopre un ruolo di assoluta importanza per l'economia del territorio e dell'intero Meridione».

-
credito immagine in alto