|
napoli 2
26 novembre 2021, Aggiornato alle 15,42
intersped 2

Informazioni MarittimeInformazioni Marittime

unitraco2
Cultura - Eventi

Campi Flegrei, al via il percorso marittimo delle Aree Marine Protette

L'iniziativa, che ha coinciso con il varo della imbarcazione Iris, è promossa dal Parco Regionale

Durante la presentazione del percorso marittimo

È stato presentato all'inizio di agosto a Baia (Bacoli) il nuovo percorso nelle Aree Marine Protette del Parco Regionale dei Campi Flegrei. L'evento ha coinciso con il varo della imbarcazione Iris, progettata e realizzata con fondo trasparente, che attiverà una serie di rotte estremamente suggestive, itinerari marini che partendo dall'asse Posillipo-Capo Miseno, raggiungeranno il porto di Napoli e anche l'isola di Procida, in occasione di "Procida Capitale della Cultura 2022". La società N'Ostro Sud, armatrice della barca, tra l'altro, ripristinerà per mezzo di accordi intercorsi con l'ente Parco Regionale dei Campi Flegrei l'intero parco boe che recinta le Aree Marine Protette, attualmente in disuso. 

"Il nuovo percorso - ha dichiarato il presidente dell'ente Parco Regionale dei Campi Flegrei Francesco Maisto - è per noi un fiore all'occhiello delle attività che avevamo posto in essere.  Un obiettivo che ci eravamo prefissati e che diventa finalmente realtà grazie all'armonia e la sinergia che si è creata tra i vari enti che operano sul territorio flegreo. Ovviamente mi riferisco ai comuni, al Parco Archeologico dei Campi Flegrei, la Capitaneria di Porto, alle associazioni e agli operatori economici coinvolti nella filiera turistico – ricettiva dell'area. Con questo progetto, che nasce grazie al supporto della N'Ostro Sud s.r.l., proprietaria della barca Iris, diamo vita, non solo a dei percorsi escursionistici via mare nelle zone più belle dei Campi Flegrei, ma rendiamo eco sostenibile un turismo che diventa rispettoso per l'ambiente, slow, culturale ed esperienziale che pochi posti del mondo possono vantare. Non solo, l'utilizzo dell'imbarcazione Iris, in futuro, servirà a rendere finalmente presente la mobilità mare anche per i privati cittadini che vogliono raggiungere altre mete risparmiando tempo e chiaramente denaro. Non ultimo, l'occhio di riguardo è rivolto a Procida Capitale della Cultura 2021: l'attivazione di questo nostro progetto ambizioso servirà da volano per collegare la perla flegrea alla terraferma, rendendo ancor più semplice il soggiorno ai tanti turisti e visitatori che a breve raggiungeranno l'isola".