|
napoli 2
06 agosto 2020, Aggiornato alle 17,38
intersped 2

Informazioni MarittimeInformazioni Marittime

unitraco2
Armatori - Infrastrutture

A Msc e Palumbo il cinquanta per cento di Malta Shipyard

Siglato accordo paritetico tra il gruppo crocieristico di Ginevra e il costruttore/riparatore napoletano. Largo alle navi a gas naturale liquefatto, senza dimenticare traghetti e portacontainer

Antonio Palumbo, presidente del gruppo Palumbo, stringe la mano a Pierfrancesco Vago, executive chairman di Msc Cruises

Incassato il via libera Antitrust a inizio mese, Msc Cruises e Palumbo Group hanno annunciato oggi di aver creato una joint venture per gestire il cantiere Palumbo Malta Shipyard, con l'obiettivo di aumentare la potenzialità produttiva del settore marittimo.

La partnership, firmata dal presidente di Palumbo Group, Antonio Palumbo, e dal presidente esecutivo di Msc Cruises, Pierfrancesco Vago, vede Msc Cruises prendere una quota del 50 per cento del cantiere navale gestito dal gruppo napoletano, diventando un partner paritario insieme a Palumbo Shipyards. Negli ultimi dieci anni, da quando il Gruppo Palumbo ne ha rilevato la gestione, il cantiere si è trasformato in un importante centro internazionale per le riparazioni, le conversioni e la manutenzione di navi commerciali. È previsto un piano - ora rafforzato con la presenza di Msc Cruises - per migliorare ulteriormente l'operatività del cantiere, intensificando la specializzazione sulle navi da crociera. Una delle novità sarà l'introduzione di nuove tecnologie per la manutenzione e la riparazione della prossima generazione di navi da crociera alimentate a gas naturale liquedatto, attualmente in costruzione per la flotta del gruppo di Ginevra.

Palumbo Malta Shipyard verrà utilizzato sia dalle navi di Msc Cruises che dalle navi da carico e i traghetti del gruppo MSC, senza dimenticare la clientela storica del cantiere.