|
napoli 2
28 ottobre 2021, Aggiornato alle 14,00
intersped 2

Informazioni MarittimeInformazioni Marittime

unitraco2
Politiche marittime

20 milioni ai terminal portuali, via alle domande di ristoro

Ministeri delle Infrastrutture e dell'Economia pubblicano il decreto. Le risorse sono circa la metà di quelle richieste dalle associazioni di categoria

(Frans Berkelaar/Flickr)

Il ministero delle Infrastrutture, di concerto con quello dell'Economia, ha firmato e pubblicato il decreto che apre alle richieste di ristoro per i terminal portuali, sia quelli merci che passeggeri. Ne beneficiano, per esempio, i terminal container e le stazioni marittime. Integrazioni economiche volte a salvaguardare i livelli occupazionali e l'efficienza del trasporto marittimo.

Leggi il decreto

Il fondo complessivo, istituito con la legge di bilancio 2021, è di 20 milioni, circa la metà di quello richiesto dalle associazioni di categoria. Serve compensare la riduzione dei ricavi dopo il drastico calo di sbarchi e imbarchi di merci e passeggeri del 2020. Il periodo coperto va dal 23 febbraio 2020 al 31 dicembre 2020.

La richiesta di contributo, spiega il dicastero guidato da Enrico Giovannini, può essere presentata entro 30 giorni dalla data di pubblicazione del decreto dalle imprese che hanno registrato una perdita di ricavi rispetto alla media dello stesso periodo del biennio precedente. Nel calcolo della riduzione dei ricavi, «si deve tenere conto anche dei maggiori costi per igienizzazione e sanificazione dei mezzi e per l'acquisto dei dispositivi di protezione individuale e dei minori costi connessi alla riduzione dei servizi e di quelli derivanti dagli ammortizzatori sociali per il personale».

-
credito immagine in alto