|
adsp napoli 1
03 febbraio 2023, Aggiornato alle 13,49
forges1

Informazioni MarittimeInformazioni Marittime

unitraco2
Logistica

Wartsila Trieste riapre: riprendono le consegne per Fincantieri

Nel giro di qualche settimana la produzione tornerà regolare. A gennaio l'azienda finlandese presenterà un piano industriale triennale

Il centro Wartsila di Bagnoli di Rosandra, in provincia di Trieste

Ripresa delle attività in settimana e, con la fornitura di materiali, produzione regolare nel giro di qualche altra settimana. È il risultato dell'approvazione da parte dell'assemblea dei lavoratori all'accordo firmato tra Wartsila e ministero delle Imprese qualche giorno fa per lo stabilimento industriale di Bagnoli di Rosandra, in provincia di Trieste, fermo da luglio scorso dopo gli esuberi annunciati dall'azienda finlandese. All'assemblea dei lavoratori hanno partecipato circa 800 persone, di cui una buona parte da remoto.

Nello storico centro triestino di Wartsila riprenderà anche la consegna dei motori per le navi in costruzione da Fincantieri, uno dei principali committenti. Come spiega Antonio Rodà, segretario Uilm di Trieste-Gorizia, «questo è un accordo propedeutico a creare la strada per la reindustrializzazione e che garantisce la continuità del reddito dei lavoratori per i prossimi mesi. Riteniamo che quello fatto sia stato un buon lavoro, anche con l'impegno di governo e delle istituzioni, e siamo contenti che sia stato capito e recepito dai lavoratori. 

«Seguiremo come scritto nell'accordo e monitoreremo i nuovi carichi di lavoro da oggi a fine settembre. La tappa più importante sarà a gennaio quando verrà presentato il piano industriale triennale per tutte le attività ritenute ancora strategiche e che rimarranno in Italia», conclude Alessandro Gavagnin, rappresentante sindacale dei lavoratori di Fincantieri per Fim-Cisl.