|
napoli 2
27 settembre 2021, Aggiornato alle 13,33
intersped 2

Informazioni MarittimeInformazioni Marittime

unitraco2
Politiche marittime

Venezia, Di Blasio commissario degli approdi temporanei

L'incarico dal ministero delle Infrastrutture per gestire 157 milioni utili a creare strutture provvisorie nell'area di Marghera

Fulvio Lino Di Blasio

Il presidente dell'Autorità portuale di Venezia, Fulvio Lino Di Blasio, è stato nominato commissario per la realizzazione degli approdi temporanei delle grandi navi. Una scelta, ha spiegato il ministro delle Infrastrutture, Enrico Giovannini, «in attesa che con il concorso di idee che è stato lanciato si capisca quale è la soluzione di medio e lungo termine. Inoltre investiamo sul porto di Venezia e spero presto sbloccheremo la situazione del collegamento ferroviario tra Venezia e l'aeroporto perché abbiamo bisogno di investire molto sull'ultimo miglio in tutti i porti, retroporti, nelle connessioni con le ferrovie, gli aeroporti. Questo è il piano che stiamo mettendo in pratica».

La decisione dovrebbe servire a gestire più efficacemente i 157 milioni di euro (222 milioni da qui al 2026) stanziati dal governo il 13 luglio per realizzare strutture provvisorie di approdo e accoglienza nell'area di Marghera, lo stesso decreto che dal primo agosto vieta il transito delle navi oltre le 25 mila tonnellate di stazza nel Canale della Giudecca, quello che passa davanti San Marco.